Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Soccorso Aereo: trasportato nella notte escursionista infortunato sul Monte Falerzio
Soccorso Aereo: trasportato nella notte escursionista infortunato sul Monte Falerzio
19/05/2019
Ufficio Pubblica Informazione - Roma
Cap. Simone Antonetti

Un elicottero HH-139A è intervenuto nel cuore della notte per effettuare il recupero di un escursionista di 38 anni rimasto gravemente ferito sul Monte Falerzio, in prossimità del Santuario della Madonna dell'Avvocata nel comune di Maiori (SA) sulla costiera amalfitana.

L’elicottero militare, uno degli assetti della Forza Armata sempre pronti al decollo sul territorio nazionale anche per questo genere di trasporti, si è immediatamente alzato in volo dalla base militare di Pratica di Mare – sede dell’85° Centro SAR (Search and Rescue) del 15° Stormo – ed ha raggiunto in pochi minuti l'impervia zona montana dove si trovava l'infortunato.

In stretta collaborazione con gli uomini del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico della Campania e grazie all'uso dei visori NVG (night vision goggles), gli apparati per visione notturna in dotazione all'Aeronautica Militare, l'equipaggio ha recuperato l'infortunato e lo ha trasferito presso un'elisuperfice di Pontecagnano (SA) dove è stato affidato alle cure specifiche del 118. 

Il trasporto sanitario è stato coordinato dal Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico (FE), il centro di comando e controllo dell’Aeronautica Militare dal quale vengono gestite tutte le attività operative di questo genere.

Quello di stanotte è un esempio tangibile della flessibilità dello strumento militare in chiave dual use ovvero attività effettuate in ambito civile con finalità non prettamente militari.

L'85° Centro è uno dei Reparti del 15° Stormo dell'Aeronautica Militare che garantisce, 24 ore su 24, 365 giorni l'anno, senza soluzione di continuità, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d'urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, operando in anche in condizione meteorologica marginali. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato più di 7300 persone in pericolo di vita o in condizioni di grave difficoltà.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.