Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Joint Stars 2017: lavoro di squadra delle Forze Armate a Trapani
Joint Stars 2017: lavoro di squadra delle Forze Armate a Trapani
15/06/2017
Ufficio Generale del Capo di SMA - Ufficio Pubblica Informazione
Maggiore Michele Seri

Da lunedì 12 a giovedì 15 giugno, presso il 37° Stormo di Trapani, si sono svolti i lavori della Main Planning Conference (MPC) dell’esercitazione Joint Stars 2017 (JS17).

La JS17 è la principale esercitazione interforze della Difesa italiana per il 2017 ed ha lo scopo di migliorare la capacità delle diverse Forze Armate di operare congiuntamente in uno scenario condiviso. La JS17 è divisa in due parti: la prima parte, denominata Virtual Flag 2017, già effettuata a Poggio Renatico è una Command Post Exercise/Computer Assisted Exercise (CPX/CAX) consistente nella pianificazione di una operazione interforze.

La seconda parte, oggetto della MPC di questi giorni, comprende, oltre ad una CPX, anche attività di tipo Live Exercise (LIVEX), ossia con lo svolgimento di attività reali.

In tutto, sono quattro le esercitazioni che si intrecciano nella seconda parte della JS17: la LAMPO 17, una CPX guidata dall'Italian Joint Forces Head Quarter (ITA JFHQ),  volta a pianificare l’evacuazione di personale civile da una zona di pericolo (Non-combatant Evacuation Operation, NEO); la MARE APERTO 17-2, esercitazione real life della Marina Militare; la VEGA 17, esercitazione live dell’Aeronautica Militare; l’esercitazione NATO RAMSTEIN GUARD 17, basata sulle capacità di guerra elettronica degli assetti coinvolti.

In ciascuna di queste esercitazioni gli assetti e i sistemi di Comando e Controllo coinvolti agiranno in perfetta sincronia e sintonia secondo una pianificazione dettagliata per mettere alla prova le diverse capacità messe sul campo da ciascuna Forza Armata.

I partecipanti alla MPC sono stati accolti dal Comandante del 37° Stormo, il Colonnello Salvatore Ferrara, che ha rinnovato l'intento suo personale e di tutto il Reparto a supportare con il massimo sforzo l'esercitazione, di cui la base di Trapani sarà un attore importante.

I lavori della conference, cui hanno partecipato esperti di varie specialità e servizi appartenenti ad Esercito, Marina e Aeronautica, sono stati coordinati dal Comando Operativo Interforze, nella persona del Capo del J7, Colonnello Davide Scognamiglio.

“Questo è il principale evento esercitativo dell’anno, strutturato per verificare e mettere alla prova il nostro livello di addestramento e la nostra capacità di lavorare insieme. Queste sono le chiavi di lettura della Joint Stars 2017: interoperabilità, lavoro interforze, integrazione di capacità”, così si è espresso il Col. Scognamiglio nel discorso di apertura dei lavori. “Questa particolare conference, inoltre, ha qualcosa di storico: è la prima volta, infatti, che una base dell’Aeronautica Militare ospita le MPC di esercitazioni della Marina, oltre che del JFHQ e della NATO”, ha poi fatto notare il Capo del J7 del COI, a sottolineare la forte connotazione di “squadra” che questa conference possiede.

Il Generale di Divisione Aerea Silvano Frigerio, Comandante delle Forze di Combattimento dell’Aeronautica Militare e ODE (Officer Directing the Exercise) della Vega 17 si è recato a Trapani per incontrare i partecipanti alla MPC e ribadire questa prospettiva joint (interforze), che riassume l’intento dei vertici della Difesa e delle varie Forze Armate: interagire, mettere in comune le risorse, ottimizzare le procedure e risparmiare sono le basi per una Difesa sempre più efficace.

I lavori si sono svolti secondo la consolidata struttura ripartita in syndicate, ossia gruppi di lavoro tematici indipendenti, in questa occasione sotto la regia del Col. Francesco Frare, Exercise Director della Vega 17. I gruppi riuniscono gli esperti dei vari settori, che possono così confrontarsi agevolmente e raggiungere soluzioni in maniera rapida e diretta.

Al termine delle intense giornate di lavoro, i vari syndicate hanno completato, ciascuno per la sua parte, le attività di pianificazione che, una volta affinate nel corso della Final Planning Conference, prenderanno vita durante la fase esecutiva della JS17, a partire dalla fine di settembre.


ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.