Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Spazio: conclusa la Global Sentinel 2019
Spazio: conclusa la Global Sentinel 2019
27/09/2019
Ufficio Generale per lo Spazio - Roma
T.Col. Walter Villadei

Si è conclusa venerdì 27 settembre presso il Center for Innovation della Lockheed Martin a Suffolk VA (USA), la sesta edizione dell'esercitazione Global Sentinel 2019, per la prima volta organizzata dal neo-costituito US Space Command degli Stati Uniti (USSPACECOM).

L'evento, che rappresenta la principale iniziativa internazionale nel contesto della Space Situational Awareness (SSA), ha visto la partecipazione di una delegazione della Difesa Italiana presieduta dal Generale di Brigata Aerea Andrea Di Pietro, Capo del Reparto "Pianificazione dello Strumento Aerospaziale" dello Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare.

Il Gen. Di Pietro, in linea con gli indirizzi recentemente approvati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha enfatizzato come "l'interesse strategico della Difesa Italiana nello sviluppo di una capacità SST/SSA, anche in un contesto di cooperazione internazionale, si rileva abilitante per il raggiungimento di una reale capacità di protezione dell'infrastruttura spaziale (sicurezza dello spazio e nello spazio), anche nell'ottica di future iniziative quali quelle afferenti alla gestione del traffico spaziale (STM)" ed evidenziato, inoltre, che "L'Aeronautica militare si proietta con competenza nell'Aerospazio, quale naturale evoluzione/estensione del proprio dominio capacitivo e ambiente operativo".

Il team operativo italiano è stato guidato dall'Italian SST Operation Center (ISOC), del Gruppo d'Ingegneria per l'Aerospazio del Reparto Sperimentale Volo di Pratica di Mare e, per la prima volta, è stato integrato con personale proveniente dal Centro Interforze di Gestione e Controllo SICRAL, di Vigna di Valle, nonché da esperti del Comando Operazioni Aeree (COA) di Poggio Renatico, nell'ottica di una sempre maggiore attenzione al dominio operativo. Ulteriore elemento di novità, la presenza dell'industria di vari Paesi, che per la compagine italiana ha visto l'importante adesione di Thales Alenia Spazio Italia, Telespazio, Vitrociset e GM_Spazio. 

La GS19 è l'unica iniziativa multinazionale con l'obiettivo di promuovere, migliorare ed incrementare il livello di "Unity Of Effort", in termini di sincronizzazione, integrazione e coordinamento, tra i Centri Operativi dei Paesi che dispongono di capacità SST/SSA. Nel corso della settimana, i diversi team hanno avuto modo di analizzare i "Real World Events", congiuntamente affrontati nei passati 12 mesi, e di confrontarsi con diversi eventi (Re-entry, frammentazioni, lanci, identificazione di oggetti spaziali, anomalie in orbita, Conjunction Assessment e manovre di Collision Avoidance , anomalie/fuori Uso dei sensori di terra, movimenti/cambiamenti orbitali e missili Anti-SATellite), in ambiente simulato grazie ai software della Lockheed Martin (I-Space) e AGI (STK), in ottica di standardizzazione ed interoperabilità mediante TTPs (Techniques, Tactics and Procedures) condivise.

L'iniziativa è stata infine arricchita venerdì 27 dal Distinguished Visitors Day (DV-Day), che ha rappresentato l'occasione per un confronto tra le leadership dei Paesi partecipanti (Australia, Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti, Corea del Sud, Brasile, Olanda, Norvegia, Polonia, Romania e Tailandia) non solo in termini di outcomes delle attività svolte ma anche di roadmap futura.

La costituzione del nuovo "Space Command" da parte USA, ha evidenziato l'importanza sempre maggiore sul piano militare delle space operations e della conseguente esigenza di proteggere tale infrastruttura, basata sul principio della Sicurezza Nazionale quale esigenza prevalente. I rappresentati dello USSPACECOM hanno delineato l'idea di sviluppo della Global Sentinel per periodo 2020-2025 enfatizzando l'importanza dell'iniziativa in primis come forum di cooperazione tra i Paesi per una maggiore "Space Security".

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.