Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Ventotene: inaugurata elisuperficie Isola di Santo Stefano realizzata da Reparti Genio dell'AM
Ventotene: inaugurata elisuperficie Isola di Santo Stefano realizzata da Reparti Genio dell'AM
03/08/2017
Ufficio Pubblica Informazione
Cap. Stefano Testa

E’ stata inaugurata mercoledì 2 agosto, alla presenza del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini e del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Maria Elena Boschi,  l’elisuperficie sull’isola di S. Stefano, prima tappa del percorso di recupero, restauro e di restituzione alla pubblica fruizione dell'ex Carcere Borbonico.

L’infrastruttura  è stata progettata e realizzata dal 2° Reparto Genio A.M., per mezzo della sua componente campale 8° Gruppo Genio Campale, in attuazione di un accordo operativo firmato tra lo stesso MiBACT ed il Ministero della Difesa. Presente alla cerimonia, come massima autorità militare, il Comandante Logistico AM, generale di squadra aerea Giovanni Fantuzzi, accompagnato dal Capo del Servizio Infrastrutture, Gen. Isp. Alberto De Rubeis,  e dai responsabili ed una rappresentanza del personale dei Reparti del Genio AM coinvolti.

L’opera – portata a termine in soli 99 giorni e realizzata secondo criteri di massima eco-sostenibilità e di minor impatto possibile sull’ambiente e sul paesaggio - costituisce un valido esempio di intervento interforze ed inter-agenzia, visto il coinvolgimento, oltre ai citati Reparti del Genio Aeronautica Militare, anche del 1° Reggimento “Antares” dell’Aviazione dell’Esercito per l’approntamento e l’elitrasporto sull’isola dei mezzi e dei materiali necessari. Anche il 9° Stormo di Grazzanise ha supportato le attività, principalmente con la funzione di base logistica e di rischieramento per gli elicotteri dell'Esercito Italiano impegnati nelle operazioni di trasporto dei materiali sull'isola. Gli stessi elicotteri HH-212 del Reparto hanno, in alcuni casi, partecipato alle missioni di trasporto e recupero degli operatori dal luogo dei lavori.

Dopo la cerimonia ed il solenne alzabandiera, che ha formalmente inaugurato l’opera, il Ministro Franceschini, il Sottosegretario Boschi ed il Sindaco di Ventotene Santomauro hanno voluto rivolgere un particolare ringraziamento al Ministero della Difesa, in particolare al personale militare che ha operato per realizzare l’elisuperficie nei tempi attesi. 

I Reparti Genio, oltre a provvedere alla gestione del patrimonio immobiliare dell'Aeronautica Militare, svolgono attività tecniche nel settore lavori, in quello patrimoniale e dei materiali di competenza; essi sovraintendono, inoltre, alla realizzazione e manutenzione straordinaria di tutte le infrastrutture aeroportuali e gli impianti tecnologici a supporto degli Enti di Forza Armata, in Italia o fuori dai confini nazionali. Da rilevare, su tutti, l’impegno in ambito nazionale ed internazionale per la realizzazione di opere infrastrutturali finalizzate all'impiego di velivoli da trasporto tattico in ambienti dove normalmente non sono disponibili piste pavimentate. Sono esempi significativi, in questo senso, la realizzazione a fine anni ’90 dell'aeroporto militare di Dakovica, il primo aeroporto all'estero costruito interamente dalle Forze Armate italiane dal termine della II Guerra Mondiale, l'allestimento delle basi di Bagram e la realizzazione della Forward Support Base di Herat in Afghanistan e Tallil in Iraq. 

Negli ultimi anni si sono poi susseguiti una serie di ulteriori interventi, in particolare a Gibuti, in Kuwait, negli Emirati Arabi, dove i Reparti Genio hanno seguito i progetti infrastrutturali dalla fase di approvazione fino al loro completamento, collaborando con le autorità locali e monitorando la fase di realizzazione delle opere stesse. Inoltre, attraverso i dipendenti Gruppi Genio Campale, ed ove richiesto, viene fornito il supporto alla Protezione Civile in caso di calamità naturali. A seguito dei fenomeni sismici avvenuti nell'Italia centrale il 24 agosto 2016, infatti, la Presidenza del Consiglio – Protezione Civile (PROCIV) ha chiesto il concorso delle Forze Armate per fronteggiare l'emergenza; in considerazione dell'evolversi della situazione è stato disposto l'impiego di ulteriori assetti per la tutela del patrimonio ed è proprio in tale contesto che alcuni Ufficiali del Corpo del Genio Aeronautico, dopo aver acquisito l'abilitazione dalla protezione civile, sono intervenuti presso i comuni terremotati per verificare l'agibilità post-sismica di edifici pubblici e privati. Più recentemente, i Reparti Genio dell'Aeronautica Militare sono intervenuti in occasione del G7 di Taormina per la realizzazione di due piazzole per l'atterraggio degli elicotteri dedicate alle delegazioni partecipanti.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.