Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Conclusa a Poggio Renatico l’esercitazione “Virtual Flag 2017"
Conclusa a Poggio Renatico l’esercitazione “Virtual Flag 2017"
15/06/2017
C.O.A - Poggio Renatico (Fe)
Si è conclusa il 15 giugno nella base di Poggio Renatico (Ferrara) l’esercitazione "Virtual Flag 2017", organizzata dall’Aeronautica Militare con la partecipazione di personale e mezzi del Comando Operativo di vertice Interforze (COI), dell’Esercito Italiano e della Marina Militare.

La VF17 ha rappresentato la prima parte della "Joint Stars 2017" (JS17), un’iniziativa addestrativa organizzata dal COI e costituita da una rete di esercitazioni che tra giugno e ottobre saranno condotte in varie parti del territorio nazionale sulla base di un unico scenario fittizio caratterizzato da un’operazione militare interforze e multinazionale condotta sotto guida italiana in risposta ad una situazione di crisi.

La VF17, la cui fase esecutiva si è svolta dal 10 al 15 giugno, è stata una computer assisted exercise, cioè un’esercitazione nella quale, grazie all’utilizzo di sistemi di simulazione di alta tecnologia, è stato possibile addestrare il personale alla pianificazione e alla conduzione di operazioni aeree pur senza l’impiego di velivoli reali. 

La seconda parte della JS17, in programma tra settembre e ottobre 2017, sarà costituita dalla combinazione di varie esercitazioni prevalentemente di tipo “LIVEX”, cioè con impiego di assetti reali.

“Addestrarsi in maniera sempre più integrata, come avviene in questa importante esercitazione della Difesa, la Joint Stars 2017, è essenziale per rispondere efficacemente alle esigenze di sicurezza del Paese" ha detto il Generale di Corpo D'Armata Riccardo Marchiò, Comandante Operativo delle Forze Terrestri e del Comando Operativo Esercito, intervenuto nella giornata di chiusura insieme ad alcune autorità locali e a rappresentanti di testate giornalistiche.

La VF17 si è svolta principalmente all’interno di una struttura campale esistente nella base di Poggio Renatico, alla quale erano connessi diversi Reparti operativi delle Forze Armate partecipanti. 

"La Virtual Flag 2017 ha rappresentato un ulteriore step evolutivo delle capacità dell'Aeronautica Militare, già certificate dalla NATO, di pianificare e condurre operazioni aeree,” ha detto il Generale di Brigata Aerea Antonio Conserva, Comandante del COA, con riferimento al ruolo svolto nella VF17 dall’ Italian Joint Force Air Component (ITA JFAC), il Comando di componente aerea che ha sede proprio a Poggio Renatico. “In questo caso abbiamo dimostrato per la prima volta di poter agire a livello di comando operativo interforze, utilizzando tutte le tecnologie più avanzate a nostra disposizione per riprodurre scenari di crisi complessi ed addestrarci ad intraprendere le necessarie azioni di risposta senza utilizzare assetti reali ma solo apparati e sistemi di simulazione avanzata".

Nello scenario utilizzato per l’addestramento è stata ipotizzata una situazione di crisi tra due Stati fittizi, Carbonium e Trinacrium, a seguito della quale il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite autorizza, con una risoluzione, l’intervento di una forza multinazionale di peacekeeping.
Circa 300 militari hanno partecipato alle attività addestrative a Poggio Renatico, ai quali va aggiunto il personale operante nelle altre basi coinvolte.

Nel corso della campagna esercitativa sono state pianificate e condotte, in modalità virtuale, 996 sortite di volo per il compimento di 601 missioni operative correlate alla gestione della crisi tra i due Stati fittizi.

Inoltre, in considerazione del ruolo strategico che la comunicazione ha assunto nella gestione delle operazioni militari, nella VF17 è stata inserita un’attività addestrativa di Media Simulation. Un team composto da militari esperti in comunicazione e giornalisti professionisti ha predisposto una serie di eventi mediatici fittizi correlati allo scenario dell’esercitazione, attraverso i quali è stato possibile addestrare il personale anche sotto il profilo della gestione degli aspetti comunicativi.


​La JS17 è la prima esercitazione nazionale in cui si realizza una piena connessione tra eventi addestrativi delle singole Forze Armate, con significativi benefici in vari campi, quali condividere le risorse, promuovere l’interoperabilità, sviluppare capacità connesse all’impiego operativo delle forze e mantenere collegamenti a livello nazionale. 

 Leggi la notizia sul sito dello Stato Maggiore della Difesa    

   Guarda il servizio di Telestense del 06 giugno

   Guarda il servizio di Telestense del 07 giugno

   Guarda il servizio di Telestense del 08 giugno

   Guarda il servizio di Telestense del 09 giugno

   Guarda il servizio su Telestense del 12 giugno

   Guarda il servizio su Telestense del 13 giugno

   Guarda il servizio su Telestense del 14 giugno 

   Guarda il servizio di Telestense del 15 giugno     

   Guarda il video dell'esercitazione



 


ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.