Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > 32° Stormo: cambio al vertice nell'aeroporto militare di Amendola
32° Stormo: cambio al vertice nell'aeroporto militare di Amendola
03/09/2019
32° Stormo - Amedola (FG)
Magg. Daniele Trifance

​Si è svolta martedì 3 settembre, presso l’aeroporto militare “Luigi Rovelli” di Amendola, la cerimonia di avvicendamento al comando del 32° Stormo tra il Colonnello Davide Marzinotto e il Comandante subentrante, Colonnello Stefano Castelnuovo. L’evento, presieduto dal Generale di Divisione Aerea Silvano Frigerio, Comandante delle Forze da Combattimento, ha visto la partecipazione delle massime autorità civili, religiose e militari.

Il passaggio di consegne si è compiuto dinanzi alla Bandiera di Guerra del 32° Stormo, decorata di Medaglia d’Argento al Valor Militare ed al Gonfalone della Città di Foggia, decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare e di Medaglia d’Oro al Valor Civile, concordemente alla pronuncia della formula di rito per l’assunzione del prestigioso incarico.

Nel suo discorso di commiato, il Colonnello Marzinotto, che andrà a ricoprire un altro prestigioso incarico presso il 4° Reparto dello Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, ha ripercorso i due anni di energico lavoro e di sforzo profuso che, in particolare, hanno coinvolto il reparto in nuove ed intense attività operative, addestrative e logistiche. “Vi avevo chiesto di rivitalizzare il significato di essere al servizio della Forza Armata, quale intima essenza dell’essere militari, e di ricordare come il giuramento alla Patria, da noi tutti formulato, debba essere rinnovato con l’agire quotidiano - ha detto il Colonnello rivolgendosi direttamente agli uomini e alle donne dello Stormo presenti alla cerimonia. "Nella piena consapevolezza di essere uno Stormo all’avanguardia, in continua espansione, e di rappresentare un punto di riferimento non solo per l’Aeronautica Militare ma per il panorama della Difesa tutto - ha aggiunto - so che saprete rinnovare l’impegno finora profuso e che le aspettative riposte nel Reparto non saranno mai disattese”.

Il Colonnello Castelnuovo ha espresso la propria profonda gratitudine alle Superiori Autorità per la fiducia accordata nell’assegnazione del prestigioso incarico, pienamente cosciente del ruolo e dell’importanza che il 32° Stormo assume sia in ambito nazionale che in quello internazionale, “In uno Stormo che è sinonimo di innovazione non dovremo rinunciare mai a quell’idea di continua trasformazione e miglioramento, armati soprattutto di introspettivo spirito critico" - ha sottolineato il Colonnello nel corso del suo discorso di insediamento. "In un contesto di limitate risorse la differenza spesso la fanno le idee, gli uomini, la mentalità ed il lavoro di squadra; agiremo in operoso silenzio concentrandoci su come impiegare al meglio ciò che abbiamo a disposizione”.

Il Comandante delle Forze da Combattimento ha concluso gli interventi sottolineando i traguardi raggiunti dal Reparto sotto l’azione di comando del Colonnello Marzinotto, riconoscendo la complessità e la qualità del lavoro svolto, soprattutto in un periodo di profonda trasformazione e crescita operativa. Ha confermato invece la sua piena fiducia al Colonnello Castelnuovo, consapevole che assolverà il delicato incarico con massimo impegno e lungimiranza, facendo affidamento sulla partecipazione generosa e capace di tutto il 32° Stormo. 

Il Generale Frigerio ha infine ringraziato le famiglie del personale militare che, con il proprio sostegno morale, sono vicine nell’impegno quotidiano e condividono sacrifici e soddisfazioni dei loro cari.

​Il 32° Stormo, primo Reparto in Europa ad acquisire i velivoli F-35, svolge inoltre attività operativa, addestrativa e tecnica degli aeromobili a pilotaggio remoto Predator, al fine di acquisire e mantenere la capacità di effettuare operazioni ISTAR nazionali e di coalizione. Inoltre, fornisce e completa, attraverso i velivoli MB-339, l'addestramento dei piloti di APR in modo da assicurare un adeguato livello addestrativo su velivoli a pilotaggio tradizionale.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.