Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Cambio al vertice del 3°Reparto SMA
Cambio al vertice del 3°Reparto SMA
04/09/2019
Stato Maggiore Aeronautica - Roma
Magg. Massimo Franchetto

Mercoledì 4 Settembre si è svolta, presso la Sala degli Eroi di Palazzo Aeronautica di Roma, alla presenza del Sottocapo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Luca Goretti, la cerimonia di passaggio di consegne nell'incarico di Capo del 3° Reparto "Pianificazione dello Strumento Aerospaziale" dello Stato Maggiore Aeronautica, tra il Generale di Brigata Aerea Luigi Del Bene, Capo Reparto uscente, e il Generale di Brigata Aerea Andrea Di Pietro, Capo Reparto subentrante.

Alla cerimonia hanno preso parte i Capi Reparto e i Capi Ufficio Generale dello SMA, gli Alti Comandanti e il personale dello SMA 3° Reparto, nonché gli ex Capi Reparto tra cui il Gen. S.A. Mario Arpino, Gen. S.A. Vincenzo Camporini, il Gen. S.A. De Bertolis ed il Gen. S.A. Paolo MAGRO.

Nel rituale saluto di commiato, Il Generale Del Bene, che lascia l'incarico dopo tre anni di permanenza, ha ringraziato tutto il personale con cui ha collaborato durante il suo mandato per il rilevante e appassionato contributo fornito in ogni attività del vasto e variegato "portfolio" del Reparto. "Una passione ­che – secondo il Generale – sa fare la differenza, la passione di una squadra su cui si può contare… sempre!". In particolare il Capo Reparto uscente ha evidenziato le numerose attività portate a termine durante il suo mandato, tra cui la redazione del documento di strategia dell'Aeronautica Militare, la revisione del comparto Intelligence Surveillance & Reconnaissance (ISR), del comparto Meteo e di quello della Force Protection. Particolare enfasi è stata, inoltre, profusa dal Gen. Del bene per i numerosi progetti ed iniziative avviate, quali la creazione della Brigata Aerea per le Operazioni Speciali, l'introduzione del concetto di Comando e Controllo Multidominio ed il complesso studio relativo alla Pianta Capacitiva e Territoriale della Forza Armata, oltre a ulteriori progetti d'integrazione interforze ed inter-agenzia e accordi di collaborazione e cooperazione internazionale.

Il Generale Di Pietro, nell'esprimere alle Superiori Autorità profonda gratitudine per la fiducia accordata per il prestigioso incarico che gli è stato affidato, ha ringraziato tutti gli ospiti intervenuti, con particolare riferimento agli ex Capi Reparto presenti alla cerimonia. In particolare, ha evidenziato che "proprio il momento di cambio al vertice di un'organizzazione costituisce ricetta consolidata e virtuosa per dare lunga vita e ancor più vigore e consistenza alle idee, ai progetti, alle iniziative che, diversamente, forse non riuscirebbero a mantenere sempre la stessa spinta propulsiva. Ed in questa ricetta il Gen. Di Pietro ha identificato tre ingredienti che ritiene fondamentali per identificare il Reparto e "per comprendere appieno il vero significato di cosa facciamoperché lo facciamo e come lavoriamo, ovvero, rispettivamente, costruire l'identità della Forza Armata, curando l'interesse generale e lavorando con costante entusiasmo.

Il Generale Goretti, nel suo intervento, ha stigmatizzato il ruolo del 3° Reparto quale guida dei processi di evoluzione e trasformazione della Forza Armata, attraverso la costante elaborazione e implementazione di quel pensiero strategico necessario a garantire la fondamentale continuità nell'evoluzione.

Rivolgendosi al personale del 3° Reparto, il Sottocapo di Stato Maggiore, ha invitato ad "osare" nello sviluppo di idee, con la consapevolezza di essere il vero protagonista delle attività di pensiero.

Il Gen. Goretti ha concluso ringraziando il Gen. Del Bene per l'altissimo rendimento fornito e gli ambiziosi traguardi che il Reparto, attraverso la sua incessante opera, ha consentito alla Forza Armata di raggiungere, sempre con altissima competenza, serenità e la giusta determinazione.

Ha, inoltre, fatto un sincero in bocca al lupo al Gen. Di Pietro, chiedendogli di continuare ad essere sé stesso e conscio che le nuove sfide che lo attendono incontrano una solidissima base di esperienza professionale.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.