Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Airman to Airman Talks con la Forza Aerea del Perù
Airman to Airman Talks con la Forza Aerea del Perù
07/06/2018
SMA 3° Reparto - Roma
Col. Mariz - T.Col. Nardello
Dal 5 al 7 giugno si è svolta a Palazzo AM la 2ª Riunione Italia-Perù a livello di Sottocapo di Stato Maggiore (formato Airman to Airman Talks – AtAT) tra il Generale di Squadra Aerea Settimo Caputo ed il Ten. Gen. Carlos Portocarrero Bustamante.

L’incontro, preceduto da un Office Call tra le due Autorità, connotato da sincera cordialità ed amicizia, è servito a rinnovare e consolidare le attività di cooperazione già avviate, identificando ulteriori campi di possibile collaborazione, con particolare riguardo ai seguenti settori:
- formazione degli Ufficiali presso l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, offrendo ai futuri quadri della Forza Aerea Peruviana le necessarie conoscenze e capacità tecnico professionali, quanto mai necessarie per lo sviluppo della  leadership;
- addestramento di equipaggi di C-27J Spartan, tenuto conto che l’impiego dell’assetto in Perù, in particolare nell’assolvimeno di missioni di soccorso alla popolazione e contrasto alla criminalità organizzata (anche ad elevate altitudini),  impegna notevolmente la FAP, che ha in linea quattro velivoli e intende procedere per fasi all’acquisizione di ulterori otto esemplari;
- addestramento di piloti presso le Scuole di Volo dell’AM, suddiviso per Fasi e “track” (fighter, trasporto, elicotteri, RPAS) e caratterizzato dal ricorso sistematico a sistemi di apprendimento assistito da computer e simulazione, necessari per “portare” le fasi dell’apprendimento delle varie conoscenze, capacità e abilità a terra, e rimettendo alla fase di volo il consolidamento di quanto appreso, con evidenti vantaggi ed economie. In questa fase sono stati anche illustrati gli assetti impiegati, in particolare il M346, addestratore avanzato impiegato per la Fase IV, e il M345, velivolo destinato a sostituire i venerandi MB339 nlle versioni A e CD nelle Fasi II e III con costi paragonabili a quelli di un turboprop avanzato (classe PC21). In tal senso è stata avanzata la richista di addestrare l’Aspirante Luis Anthony Segovia Calderon, in procinto di terminare il 4° anno dei Corsi Regolari presso l’Accademia Aeronautica (Turbine V).

A margine dei colloqui, la delegazione peruviana, accompagnata dal Sottocapo di SMA, ha visitato il 61° Stormo di Lecce dove è stata accolta dal Ten. Col. Tommaso Tuccillo, Comandante del 212° Gruppo. Durante la visita sono state illustrate le potenzialità e capacità dell’innovativo ITS (Integrated Training System) e del GBTS (Ground Based Trainig System) associato al T-346, che consente un addestramento di IV Fase particolarmente avanzato e preciso, ideale per la formazione dei piloti destinati sui velivoli da caccia di 4ª e 5ª generazione. Il Ten. Gen. Carlos Portocarrero Bustamante ha poi potuto verificare le capacità del M346 con un volo dimostrativo, apprezzandone le qualità, le prestazioni e capacità di elaborare e presentare al pilota dati e informazioni, addestrandolo a gestirli con rapidità ed efficacia. 

A seguire è stata visitata la 46ª Brigata Aerea di Pisa; accolta dal Generale di Brigata Aerea Girolamo Iadicicco, la delegazione ha visitato l’International Training Center, dove è stato presentato il simulatore del C27J e illustato il Catalogo dei Corsi erogati per la formazione del personale (piloti, loadmaster), e l’hangar della manutenzione, dove personale di LEONARDO e dell’AM assicura quotidianamente la disponibilità dei vettori in linea di volo. Durante i colloqui è emersa la possibilità di negoziare un Technical Agreement che possa integrare quello già in essere (dry lease), rimettendo all’AM la gestione di corsi “tattici” avanzati, mentre LEONARDO continuerebbe ad assicurare i corsi “di base” (Type rating, refresh course).

​In sintesi, gli AtAT sono stati occasione per un proficuo scambio di vedute, informazioni e richieste che conferiscono maggiore spessore alle attività di cooperazione tra le due Aeronautiche, in un’ottica che consolida la posizione dell’AM quale provider di addestramento e dell’Industria della Difesa, che offre sistemi d’arma avanzati e competitivi.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.