Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Fucilieri dell'Aria: concluso ciclo di addestramento in acqua e in aree urbanizzate
Fucilieri dell'Aria: concluso ciclo di addestramento in acqua e in aree urbanizzate
09/08/2019
16° Stormo - Martina Franca (TA)
Magg. Massimo Battista

Venerdì 9 agosto i Fucilieri dell'Aria del 16° Stormo "Protezione delle Forze" di Martina Franca (Ta) hanno terminato una serie di attività addestrative condotte presso le strutture del Distaccamento Aeroportuale di Brindisi.

Le sessioni addestrative, che si sono protratte per tre settimane, hanno permesso ai Fucilieri di esercitarsi in ambienti sia marini che terrestri in aree addestrative alle dipendenze del Distaccamento aeroportuale di Brindisi. In particolare, presso il Centro di Sopravvivenza in mare/Distaccamento Straordinario di Punta Penna Grossa (Br) hanno acquisito le tecniche di recupero di persone in difficoltà e rianimazione, di nuoto operativo ed in situazioni estreme e di sopravvivenza; a terra, invece, il personale del 16° Stormo si è addestrato nel Close Quarter Battle e Close Quarter Combat (CQB-CQC), ed in attività di scorte personalità e materiale sensibile, presso l'ex base USAF di San Vito dei Normanni le cui aree ben si prestano a riprodurre gli scenari dei teatri operativi dove i Fucilieri si trovano ad operare.

L'intera attività ha visto il supporto del personale dell'Infermeria di Corpo del Distaccamento, che ha impartito ai Fucilieri dell'Aria lezioni teoriche e pratiche sulle tecniche di rianimazione, simulando un intervento di salvataggio, rianimazione e trasporto di un ferito a bordo di autoambulanza militare.

ESERCITAZIONE MARTINA FRANCA_9.8 (1).JPG

Il comandante del Distaccamento Aeronautico di Brindisi, il Col. Giambattista Degiuli, unitamente al  Comandante il 16° Stormo, Col. Antonio Pellegrino, hanno espresso soddisfazione per il conseguimento degli obiettivi esercitativi delle compagini in campo. I due Comandanti hanno inoltre dichiarato l'intento di dare avvio, nel prossimo futuro, ad un programma congiunto di moduli addestrativi da svolgere, in acqua e a terra, presso il Distaccamento Aeronautico, massimizzando così tutte le potenzialità offerte dalle strutture disponibili.

Al termine dell'attività addestrativa, sebbene non sia stato utilizzato alcun tipo di munizionamento, né reale né a salve, il personale coinvolto ha condotto – come previsto – delle procedure di bonifica delle aree utilizzate, portando a termine nell'occasione una raccolta di plastica e rifiuti presenti sul tratto di litorale adiacente al Distaccamento di Punta Penna Grossa. L'iniziativa, a cui il personale ha aderito su base volontaria, ha contribuito a salvaguardare l'area protetta di Torre Guaceto, sottolineando ancora una volta l'attenzione che la Forza Armata pone nel rispetto dell'ambiente.

Il 16° Stormo è il Reparto dei Fucilieri dell'Aria. Dal 2004 ha sede sulla base di Martina Franca. Il 16° Stormo discende dal 6° Gruppo Aeroplani che si distinse nella battaglia d'Istrana nel 1917. Oggi è  un Reparto combattente del Comando della Squadra Aerea, alle dipendenze del Comando Forze di Supporto e Speciali, con compiti di protezione delle forze. Dal 2004  ha operato in 37 diverse missioni internazionali, in ben 18 teatri operativi nel mondo, maturando oltre 36 mila ore di volo, di cui 25 mila per la sicurezza degli aeromobili dell'Aeronautica Militare e di chi si trova a bordo. Dall'agosto del 2005 al dicembre 2014, i Fucilieri dell'Aria sono stati presenti in Afghanistan per assicurare la protezione della Base di Herat. Il 5 aprile 2015, la Bandiera di Guerra del 16° Stormo "Protezione delle Forze" è stata decorata con Medaglia d'Argento al Valore Aeronautico dal Presidente della Repubblica.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.