Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Spazio: Accordo tra Aeronautica Militare e Virgin Galactic per volo sperimentale suborbitale
Spazio: Accordo tra Aeronautica Militare e Virgin Galactic per volo sperimentale suborbitale
02/10/2019
Ufficio Generale del Capo di SMA
Ufficio Pubblica Informazione - Roma

È stato firmato mercoledì 2 ottobre dall'Addetto Militare per la Difesa presso l'Ambasciata d'Italia a Washington DC, Generale di Divisione Aerea Stefano Cont (in rappresentanza dell'Aeronautica Militare), e da Mike Moses, Presidente di Virgin Galactic, l'accordo commerciale per l'acquisto di un volo suborbitale durante il quale ricercatori italiani effettueranno esperimenti nello spazio.

È la prima volta che un'istituzione governativa finanzia un volo di ricerca a carattere umano su un veicolo spaziale commerciale. La missione avrà luogo nel 2020 e costituirà un'importante opportunità per acquisire ulteriori conoscenze tecniche e scientifiche per la pianificazione e l'esecuzione di attività di volo suborbitale e per validare gli studi e le progettualità avviate in Italia.

La collaborazione, in linea con il documento "Indirizzi di Governo in materia spaziale e aerospaziale" del 25 marzo 2019, è finalizzata alla capacità di accesso allo spazio e a facilitare l'acquisizione di peculiari expertise.

L'accordo nello specifico permetterà l'effettuazione, a bordo della SpaceShipTwo, di esperimenti di medicina aerospaziale a cura di personale medico altamente specializzato dell'Aeronautica Militare e del CNR, e consentirà l'acquisizione di importanti informazioni tecniche, operative e logistiche. Tali informazioni da un lato permetteranno di validare i modelli di simulazione utilizzati per l'elaborazione dello studio preliminare di fattibilità tecnica per operare un volo suborbitale dall'Italia, dall'altro forniranno sia indicazioni di carattere logistico, utili per l'adeguamento degli aeroporti nazionali individuati quali possibili sedi di spazioporti, sia di carattere operativo, al fine di supportare l'ENAC nello sviluppo della regolamentazione degli spazioporti e degli spazi aerei suborbitali civili e commerciali (oltre flight level 660), come da mandato dell'EASA (European Union Aviation Safety Agency).

Il volo suborbitale per il CNR, in quanto partner scientifico dell'Aeronautica Militare, ha un'importanza strategica. Infatti le condizioni di microgravità, pur se per pochi minuti, permettono di effettuare esperimenti multidisciplinari con risultati e scoperte importanti, altrimenti difficilmente realizzabili, relativi alla Scienza dei Materiali, alla Fisica dei Fluidi, alla scienza della Combustione, alla Biologia. Questi esperimenti aiuteranno a migliorare la tecnologia dello sviluppo di nuovi materiali, trovare nuove soluzioni ai problemi legati alla loro realizzazione, scoprire fenomeni fisici, chimici e biologici ancora sconosciuti.

Il sistema SpaceShipTwo di Virgin Galactic è progettato per far volare sia gli esseri umani che i payload nello spazio per scopi turistici e di ricerca. La compagnia offre una soluzione end-to-end per i voli con payload che include l'uso di SpaceShipTwo e del suo aereo da trasporto VMSEve, insieme all'hardware, ai processi e alle strutture necessarie per una campagna di successo. La piattaforma di Virgin Galactic offre un accesso sistematico, affidabile ed economicamente conveniente all'alta atmosfera e allo spazio che consente il trasporto di volumi e masse di dimensioni significative per i payload di ricerca. La compagnia ha già trasportato i payload nello spazio attraverso il programma NASA Flight Opportunities Program.

Durante il volo spaziale, in seguito allo spegnimento del motore, i ricercatori sganceranno dalle loro postazioni e avvieranno le procedure per completare ogni esperimento durante alcuni minuti a gravità zero. Virgin Galactic fornirà formazione e preparazione ai ricercatori in modo che siano pronti a svolgere il loro lavoro di specialisti di missione su questo volo e forniranno supporto pre-volo in loco per ciascuno degli esperimenti sul payload.

Il payload includerà strumentazione medica che misurerà gli effetti biologici della fase di transizione dalla gravità alla micro-gravità sul corpo umano. Altre apparecchiature potranno essere utilizzate per aiutare a sviluppare una nuova comprensione della chimica dei carburanti ecologici.

Il Gen. Stefano Cont, Addetto per la Difesa e per Collaborazione della Difesa, ha dichiarato: "L'Aeronautica Militare italiana ha, nel suo DNA, una forte vocazione all'innovazione tecnologica. Le competenze e i contributi dell'Aeronautica Militare, se combinati sinergicamente con quelli di altre istituzioni nazionali, come il CNR, contribuiscono a mantenere la leadership italiana nel settore aerospaziale. Il nostro interesse per questo programma è legato alla missione principale dell'Aeronautica Militare: la difesa dello spazio aereo nazionale".

Il CEO di Virgin Galactic, George Whitesides, ha dichiarato: "Siamo lieti di lavorare con l'Aeronautica Militare italiana per promuovere ulteriormente la ricerca spaziale e lo sviluppo tecnologico attraverso questa missione storica. Gli esperimenti che prevedono di testare su SpaceShipTwo amplieranno la nostra comprensione della scienza spaziale e la partecipazione attiva del ricercatore aprirà una nuova importante strada per la ricerca spaziale. Siamo orgogliosi che Virgin Galactic sia in grado di fornire un accesso frequente allo spazio per questo importante lavoro. L'Aeronautica Militare, grazie al proprio personale altamente specializzato, contribuisce, da sempre, allo sviluppo di programmi aerospaziali internazionali, con positivi ritorni tecnici ed operativi a favore del sistema Paese".

L'Aeronautica Militare è una Istituzione caratterizzata da una forte vocazione tecnologica e, grazie alle competenze maturate in questo settore, contribuisce, in sinergia con le altre Istituzioni nazionali, a facilitare, supportare e guidare lo sviluppo tecnologico del settore aerospaziale. Tutto ciò nell'ottica di assolvere ai compiti d'istituto assegnati in modo sempre più efficace ed efficiente. In termini tecnologici la Forza Armata guarda con interesse e già contribuisce ad alcune specifiche attività quali, in particolare, volo suborbitale e supporto alla regolamentazione degli spazi aerei e degli spazioporti, studio e sviluppo di piattaforme stratosferiche, accesso allo Spazio attraverso il lancio di mini-satelliti da velivoli ad alte prestazioni, sicurezza dello Spazio, volo umano spaziale.

twitter.JPG

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.