Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Royal Air Force, una delegazione visita la scuola di volo di Galatina
Royal Air Force, una delegazione visita la scuola di volo di Galatina
28/01/2020
61° Stormo - Galatina (LE)
1°M.llo Giuseppe Vernaglione

Martedì 28 gennaio una delegazione della Royal Air Force (RAF), ha visitato il 61° Stormo, la scuola internazionale di volo con sede sull'aeroporto militare di Galatina/Lecce. L'attività è stata finalizzata a valutare e conoscere le potenzialità addestrative sviluppate dall'Aeronautica Militare con particolare riferimento al sistema di addestramento integrato propedeutico all'impiego dei piloti su velivoli di 5^ generazione.

Gli ospiti sono stati accolti dal Colonnello Alberto Surace, Comandante del 61° Stormo, che ha presentato, nel corso di un briefing, la mission e la vision del Reparto, le fasi attraverso cui si sviluppa l'addestramento al volo e l'offerta formativa della scuola, soffermandosi sul phase-in del nuovo velivolo addestratore, il T345 – High Efficiency Trainer, che andrà gradualmente a sostituire l'MB339 nelle fasi 2 e 3 della formazione al volo.

In rappresentanza del Comando Scuole dell'Aeronautica Militare di Bari, da cui lo Stormo dipende, il Generale di Brigata Aerea Luigi Casali, ha quindi illustrato l'International Flight Training School (IFTS), frutto di un accordo siglato tra Aeronautica Militare e Leonardo Company per il potenziamento dell'offerta formativa italiana, un progetto nato dalla volontà di mettere a sistema due eccellenze nazionali per creare sinergia a beneficio dell'intero sistema-Paese: l'expertise dell'Arma Azzurra nelle capacità di addestramento e le risorse della principale realtà industriale italiana del settore della sicurezza e della difesa.

Quello utilizzato dall'Aeronautica Militare per l'addestramento avanzato al volo è un sistema all'avanguardia, peraltro completamente made in Italy, che presenta requisiti tecnologici unici nel panorama internazionale.

A seguire la delegazione ha visitato le strutture dedicate all'ultima fase dell'addestramento dei piloti destinati alle "linee caccia", quella che si svolge sul velivolo T-346A. All'interno del  "Ground Based Training System" (GBTS), la palazzina che ospita il comparto ground del sistema, hanno destato particolare attenzione i simulatori adoperati per formare i futuri piloti "fighters", le cui capacità Live, Virtual and Constructive (LVC), non sono solo in grado di poter generare virtualmente ambienti operativi estremamente complessi, ma consentono la connessione al network dei velivoli reali effettuando missioni congiunte. Queste capacità sono state testate nel corso della visita al simulatore più avanzato, il Full Mission Simulator, nel cui cockpit gli ospiti hanno avuto la possibilità di osservare un velivolo in volo reale, pilotato da un istruttore del 61° Stormo, con a bordo uno degli stessi ufficiali britannici. L'esperienza ha anche dato modo di poter far testare agli ospiti le sorprendenti performance del trainer di fase IV.

Il 61° Stormo, dipendente dal Comando Scuole A.M./3ª Regione Aerea di Bari, ha il compito di provvedere all'addestramento al volo su aviogetti:

•             di fase II -  Primary Pilot Training, comune a tutti gli allievi piloti militari, finalizzata alla individuazione delle linee su cui voleranno (fighters, pilotaggio remoto RPA, elicotteri, trasporto);

•             di fase III – Specialized Pilot Training, rivolta esclusivamente agli allievi piloti selezionati per le linee "Fighter" e "RPA", si conclude con il conseguimento del Brevetto di Pilota Militare (aquila turrita);

•             di fase IV - Lead In to Fighter Training – LIFT, propedeutica al successivo impiego sui velivoli "fighters".

Attualmente il 61° Stormo ospita personale navigante proveniente da ben nove nazioni straniere tra cui Stati Uniti, Spagna e Francia.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.