Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Red Flag: completato il rischieramento negli USA
Red Flag: completato il rischieramento negli USA
28/02/2020
Ufficio Generale del Capo di SMA
Ufficio Pubblica Informazione

Con l'atterraggio, lo scorso 28 febbraio, del G-550 CAEW del 14° Stormo sulla pista della base americana di Nellis, in Nevada, si è chiusa la fase di deployment dei velivoli italiani che prenderanno parte nelle prossime settimane alla Red Flag 02 -2020, una delle esercitazioni aeree più complesse e realistiche organizzate a livello internazionale. 

L'Aeronautica Militare partecipa per la prima volta con ben tre tipologie di velivoli: gli Eurofighter del 4°, 36° e 37° Stormo, alla loro seconda Red Flag dopo quella del 2016; il CAEW (Conformal Airborne Early Warning) e gli F-35 del 32° Stormo di Amendola, entrambi alla prima presenza in questo particolare scenario addestrativo.

Si tratta del principale evento addestrativo del 2020 per l'Aeronautica Militare, un impegno operativo e logistico notevole che la Forza Armata sta portando avanti come pianificato nonostante i concomitanti sforzi organizzativi in campo nazionale a supporto della Protezione Civile e del Sistema Paese nell'ambito delle azioni di contrasto all'emergenza Coronavirus.  

L'esercitazione - che vedrà operare il personale dell'Aeronautica Militare insieme a quello delle forze aeree statunitensi, spagnole e tedesche – costituisce uno scenario unico al mondo, un environment che consente agli equipaggi di sfruttare al massimo le potenzialità dei velivoli e rappresenta una preziosa opportunità per addestrarsi in operazioni aeree caratterizzate da un livello di difficoltà elevato.  

Il rischieramento sulla base aerea statunitense è stato condotto con il supporto di velivoli KC-767A del 14° Stormo di Pratica di Mare e di un C-130J della 46ª Brigata Aerea di Pisa, che ha garantito il ruolo di Search and Rescue oceanico durante la trasvolata degli assetti partecipanti. Un deployment significativo anche dal punto di vista del trasporto di personale militare e di attrezzature, a testimonianza della capacità della Forza Armata di proiettarsi in breve tempo anche in luoghi molto lontani dall'Italia, nei quali è in grado di operare ed addestrarsi in maniera efficace senza soluzione di continuità.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.