Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Quaranta anni di storia per il 1° Reparto Manutenzione Velivoli di Cameri
Quaranta anni di storia per il 1° Reparto Manutenzione Velivoli di Cameri
10/09/2021
1° Reparto Manutenzione Velivoli - Cameri
T.Col. Diego Spadafora

Venerdì 10 settembre, sull'aeroporto di Cameri, il 1° Reparto Manutenzione Velivoli ha celebrato il quarantennale della costituzione con una cerimonia commemorativa.

Il Reparto, che oggi rappresenta il principale polo ingegneristico, tecnico-logistico e manutentivo dell'Aeronautica Militare per velivoli a getto di elevate prestazioni, deputato all'integrale gestione dei sistemi d'arma Tornado, Typhoon e F-35, affonda le sue radici agli inizi degli anni 80.

L'idea di costituire un centro d'eccellenza logistico-manutentivo sul sedime di Cameri, con capacità manutentiva fino al 3° livello tecnico, matura infatti nel 1979 con l'avvio delle prime attività del programma Tornado e solo due anni dopo, il 1° novembre 1981, viene costituito il 1° Centro Manutenzione Principale del sistema d'arma Tornado.

Nel 1985 il Centro assume l'attuale denominazione di 1° Reparto Manutenzione Velivoli, con piena responsabilità nella gestione tecnico-logistica e manutentiva della flotta Tornado. Una prima significativa evoluzione del Reparto avviene nel 1998, con l'ampliamento delle competenze anche alla flotta F-2000 Typhoon. Un'ulteriore importante trasformazione è avvenuta nel 2018: il 1° Reparto Manutenzione Velivoli entra nella 5a generazione assumendo compiti di gestione tecnico-logistica del velivolo F-35 con la costituzione del Logistic Operation Center.

Per il Colonnello Danilo Figà, Direttore del 1° RMV, questa celebrazione rappresenta un doveroso momento di riconoscimento al cuore pulsante del Reparto rappresentato dagli uomini e donne che, operando quotidianamente con professionalità e passione, contribuiscono da protagonisti a questa stupenda storia. Nel suo discorso il Col. Figà ha voluto sottolineare come, a partire dalla costituzione del 1° CMP, l'obiettivo è stato quello di fare del Reparto un centro di eccellenza per il supporto tecnico-logistico dei sistemi d'arma di competenza. Nel tempo sono state acquisite nuove competenze, che consentono oggi di avere un'organizzazione in grado di gestire ben 3 linee di velivoli fast jet e predisporre il Reparto ad affrontare le prossime sfide che il futuro riserverà, ma l'obiettivo originario è rimasto immutato.

L'evento si è sviluppato su un programma che ha previsto la proiezione di un video, la presentazione degli oggetti ricordo realizzati per la ricorrenza tra cui la maglietta, la patch ed un libro fotografico. E' poi seguita l'inaugurazione della livrea disegnata per l'occasione sul velivolo Tornado 53° CMP-1 e si è potuto visionare la mostra fotografica allestita per l'occasione. I partecipanti hanno poi potuto ammirare le evoluzioni di un velivolo T6 e di alcuni aeromodelli.

Alla cerimonia sono intervenuti il Comandante Logistico, Generale di Squadra Aerea Giovanni Fantuzzi, il Generale Ispettore Giuseppe Lupoli Direttore della Direzione degli Armamenti Aeronautici e per l'Aeronavigabilità e, il Brigadier Generale Cristiano Bandini, Comandante della 2^ Divisione.

Il Generale Bandini, rivolgendosi ai presenti, ha velocemente ripercorso la propria relazione personale con il Reparto e si è soffermato sul significato dello stemma del 1° RMV, di recente revisione; uno stemma che, andando oltre riferimenti tecnici o temporali relativi ai sistemi d'arma gestiti dal 1° RMV, vuole guardare al futuro, esprimendo in modo magistrale il modo di pensare, di agire e di porsi davanti alle sfide del futuro che hanno caratterizzato il Reparto fin dalla sua costituzione, 40 anni orsono.

Il Generale Lupoli, ex direttore del Reparto, nel ringraziare tutti coloro che hanno fatto la storia, ha sottolineato "quanto sia importante per coloro che in questo momento continuano questa storia, raccogliere il testimone, farsi partecipi anche loro di una ulteriore crescita di questo Reparto, traguardando il futuro per lasciare a propria volta il testimone a chi arriverà dopo."

Il Generale Fantuzzi nel suo intervento conclusivo ha voluto ringraziare tutti i convenuti e gli organizzatori per l'emozionante giornata, sottolineando come la visione di alcuni si sia realizzata in una realtà che da quarant'anni è risultata vincente. Un reparto che è stato in grado di esprimere altissimi livelli di professionalità nel gestire i delicati passaggi generazionali dei velivoli, in particolare modo con i velivoli Eurofighter ed F-35. Ha voluto inoltre ricordare: "40 anni fa ero un giovane tenente che imparava a volare quella fantastica macchina che è l' F104 proprio qui a Cameri e ritengo che qui l'Aeronautica Militare abbia scritto un pezzo di storia. L'abbiamo fatta sul territorio, con gli amici dell'industria, per garantire la sicurezza del nostro paese. Risulta innegabile che da 40 anni questo Reparto rappresenta un centro fondamentale per l'innovazione tecnologica dell'Aeronautica Militare e della Difesa. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che oggi, come nel tempo addietro, con la propria opera, la competenza, la passione e lo spirito di servizio hanno contribuito a dare vita a questa stupenda storia".

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.