Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Alla Scuola di Aerocooperazione il 3° meeting delle “Air to Ground Operations School” (AGOS)
Alla Scuola di Aerocooperazione il 3° meeting delle “Air to Ground Operations School” (AGOS)
12/07/2017
Scuola di Aerocooperazione
1° M.llo Virginio Salvatori
Si è svolta a Guidonia, nei giorni 11 e 12 luglio, la 3ª edizione dell’”Air-to-Ground Operations School Meeting”, consesso internazionale costituito dai Comandanti delle AGOS di numerosi paesi europei ospitato quest’anno dalla Scuola di Aerocooperazione, l’istituto interforze ad alta valenza tecnico-operativa nel campo dell’interpretazione delle immagini e della cooperazione aero-terrestre, aero-navale e formazione/qualificazione dei JTAC – Joint Terminal Attack Controller.

Oltre ai comandanti delle paritetiche scuole Europee, dedicate alla formazione ed addestramento dei controllori aerei avanzati (JTAC Joint Terminal Attack Controller), al meeting hanno partecipato alcuni esponenti del HQ AIRCOM di Ramstein, organismo della NATO deputato al coordinamento e standardizzazione dei processi addestrativi insieme a rappresentanti nazionali provenienti dagli Enti centrali delle Forze Armate.
Nei due giorni di lavoro, la Scuola di Aerocooperazione ha illustrato le competenze maturate e le capacità acquisite che caratterizzano i propri iter addestrativi, condividendo ed approfondendo i principali vincoli e le importanti peculiarità che li contraddistinguono con le altre realtà addestrative europee ed americane presenti.

Particolarmente interessante e costruttiva è stata la discussione circa la valutazione delle capacità e dei vantaggi che l'impiego in addestramento di tecnologie virtuali, integrate con i mezzi, equipaggiamenti e sistemi d’arma in dotazione alle Forze Armate  possono fornire alle operazioni. L’occasione ha dato la possibilità di discutere i vari aspetti dell’integrazione tra i principali sistemi di simulazione in uso alle Forze Armate per l’addestramento e la loro piena compatibilità con gli assetti disponibili.

L’impiego del virtuale, specialmente nel campo interforze, rappresenta una credibile prospettiva per l’addestramento e la sperimentazione delle corrette tattiche tecniche e procedure (TTPs) maturate in operazioni, nonché uno strumento per ottenere i necessari risparmi o“savings”, consentendo anche, grazie alle capacità di condivisione attraverso idonei canali, l’impiego simulato dei mezzi e degli equipaggiamenti in uso in ambiente internazionale.

La Scuola di Aerocooperazione è risultata essere una delle più avanzate e complete realtà del settore avendo ottenuto, già dal 2013, la certificazione NATO per l’intera filiera di addestramento/formazione dei JTAC fino ai controlli CAS (Close Air Support – Supporto Aereo Ravvicinato), potendo disporre di un potente e versatile simulatore, anch’esso certificato dalla NATO. Ulteriore valore aggiunto, la possibilità di ottenere sinergie uniche con  le realtà presenti sul sedime aeroportuale: il Comando Corsi di Telerilevamento - interno all’Istituto interforze -, per la fornitura di immagini aeree e satellitari, nonché il 60° Stormo di Guidonia, presso il quale l’operatore JTAC in addestramento può sperimentare il punto di vista del pilota (“pilot view”) mediante voli di familiarizzazione sui velivoli e la guida di operazioni CAS a media e bassa quota in ambiente montano, condotte con aviogetti.

I processi che gli uomini dell’Istituto Interforze  intraprendono quotidianamente per lo svolgimento dell’attività lavorativa sono stati certificati rispondenti a criteri di qualità e riguardano la totalità della gestione della formazione del personale interforze, civile e straniero che, a tutti i livelli, viene formato per operare in contesti internazionali e in attività PfP (Partnership for Peace).

Un ulteriore passo avanti nel progetto di ammodernamento ed internazionalizzazione della Scuola di Aerocooperazione intrapreso nel più ampio e già avviato iter di accreditamento dell’Istituto in seno alla NATO.

La Scuola di Aerocooperazione è l’Istituto militare interforze di formazione specialistica e valenza tecnico-operativa nel campo dell’interpretazione di immagini telerilevate ed in quello della cooperazione aeroterrestre e aeronavale. Per la formazione e qualificazione dei Joint Terminal Attack Controller, il comandante della Scuola è la “National Certification Authority”.

I corsi della Scuola di Aerocooperazione sono aperti, oltre che al personale militare delle Forze Armate, anche a personale esterno all’Amministrazione della Difesa ed al personale militare della NATO e dei Paesi partecipanti al programma internazionale di Partenariato per la Pace (PfP - Partnership for Peace).

La Mission della Scuola è fornire una formazione di eccellenza, unica nella Difesa, specializzando personale nazionale ed internazionale nei settori del Telerilevamento e dell’Aerocooperazione, ad opera di un organico altamente motivato e professionale ed attraverso l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia, avendo, quale Vision, quella di mantenere un'offerta formativa di assoluta qualità, in un continuo e costante processo di miglioramento e adeguamento alle esigenze operative della Difesa, a pieno titolo inserita nel contesto internazionale. Professionalità e passione al servizio del Paese.


ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.