Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > 3° Stormo: completata la “Medical Training Room”
3° Stormo: completata la “Medical Training Room”
19/03/2019
3° Stormo - Villafranca
Maggiore Michele Carnevale
Con la recente acquisizione di un simulatore ecografico l'Infermeria di Corpo del 3° Stormo ha completato l'allestimento di un ambiente appositamente dedicato all'addestramento avanzato del personale sanitario, sia dello Stormo che proveniente da istituti di formazione dell'AM per effettuare la fase pratica di On Job Training che precede l'assegnazione ai reparti. 

Denominata "Medical Training Room in High Fidelity Simulation", la sala è stata inaugurata lo scorso 19 marzo in occasione della visita allo Stormo da parte del Generale di Brigata Aerea Alessandro De Lorenzo, Capo del Servizio dei Supporti del Comando Logistico da cui il 3° Stormo dipende. La sala è equipaggiata con un simulatore di ultima generazione che riproduce fedelmente l'anatomia umana esterna ed interna, ed è in grado di replicare le principali reazioni di un modello umano, con la simulazione di scenari estremamente realistici.

Dalle apparenti sembianze di un semplice manichino, il simulatore è disponibile sia in configurazione adulta sia pediatrica ed è in grado di riprodurre segni clinici - come la dilatazione delle pupille, il movimento delle palpebre, la cianosi labiale, ecchimosi, sanguinamento, rumori respiratori, rumori cardiaci – e di simulare ritmi cardiaci di arresto e periarresto, nonché generare modalità di risposta differenti in base agli interventi dei rianimatori ed alla somministrazione di farmaci di emergenza.

A rendere ancora più realistica la simulazione dell'emergenza è la possibilità per il "Case Manager" (figura di istruttore) di modificare gli scenari a distanza, tramite un tablet con modalità di connessione wifi, e di visionare e registrare lo scenario tramite una telecamera che consente di rivedere l'intera simulazione e condurre il cosiddetto "defusing" a caldo tra tirocinanti e personale sanitario istruttore. 

L'acquisizione del simulatore ecografico rappresenta l'ultimo update alla training room e consente di riprodurre, in combinazione dei vari quadri clinici, i rispettivi quadri ecografici in urgenza (pneumotorace iperteso, versamento pericardico, versamento pleurico, emorragia addominale, e così via) permettendo, quindi, al personale sanitario di integrare sempre più fedelmente lo scenario simulato con riscontri clinici e strumentali del tutto sovrapponibili a quelli che sarebbero riscontrati in un soccorso reale.

"Questa modalità di training si ispira a quanto già avviene presso alcune strutture ospedaliere nazionali di eccellenza e rappresenta un passo importante nella preparazione del personale sanitario" – ha commentato il colonnello Francesco De Simone, Comandante del 3° Stormo – "dal momento che esso consente di simulare situazioni critiche che possono presentarsi presso le infermerie o gli ospedali da campo allestiti nelle zone in cui i nostri militari sanitari sono chiamati ad operare in Italia e nel mondo". "Inoltre - ha poi aggiunto il Colonnello - tale capacità, attraverso una sempre maggiore ricerca della fedeltà della simulazione, consente un'integrazione di scenari di realtà virtuale e simulazione immersiva stimolando la collaborazione con altre istituzioni, tra queste l'Università di Verona con la quale già collaboriamo".
ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.