Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Boeing KC-767A: interoperabilità NATO per il rifornimento in volo dei velivoli della Marina militare americana
Boeing KC-767A: interoperabilità NATO per il rifornimento in volo dei velivoli della Marina militare americana
07/10/2016
Ufficio Pubblica Informazione - Roma

​​​​​​​​​​​​L'attività di testing e certificazione dei velivoli della US NAVY è stata svolta presso la base di Patuxent River NAS (MD) su disposizione dello Stato Maggiore Aeronautica - 3° Reparto (SMA),  il Reparto Sperimentale Volo (RSV)  ha supportato le attività di test e autorizzazione per le operazioni di Air to Air Refuelling (AAR) dei velivoli USN .

 ​

In Particolare, venerdì 19 Agosto, una cellula di personale del RSV e del 14° Stormo è decollata dall'Aeroporto M. De Bernardi di Pratica di Mare (Roma) per la trasvolata a bordo del velivolo tanker alla volta di Patuxent River, in Maryland (USA), sede dell'omologo test center americano, VX-23, VX 31, e del  14° Gruppo Volo della Marina Militare.

 

Negli Stati Uniti, durante le attività di prova in volo, l'RSV ha condotto le attività di test volte a raccogliere i dati necessari per autorizzare i velivoli F/A-18 (Hornet e Super Hornet), AV-8B e EA-6B al rifornimento dal velivolo Boeing KC-767A. L'attività è durata circa dieci settimane, di cui 6 dedicate alle prove in volo.

 

Grazie a questo lavoro di squadra di carattere internazionale ed inteforze tra il Reparto Sperimentale Volo e la Marina Militare statunitense, sarà possibile rafforzare l'interoperabilità tra assetti italiani e USA in operazioni di rifornimento in volo.

 

Poco più di un anno fa, in California, il Reparto Sperimentale dell'Aeronautica Militare italiana con il KC-767A ha condotto la prima certificazione al mondo di un tanker USAF con sistema di visione stereoscopica (sistema di visione a distanza - RVS). Inoltre, nello stesso periodo, l'Italia ha certificato il KC767A come primo tanker  di un paese diverso dagli Stati Uniti come rifornitore per un caccia di quinta generazione, l'F35.

 

I KC-767A sono attualmente impiegati sotto il comando della Task Force Air Kuwait nell'ambito dell'operazione nazionale "Prima Parthica" quale contributo italiano alla lotta a Daesh, insieme ad altri assetti nazionali, nell'ambito dell'operazione multinazionale Inherent Resolve.

 

I velivoli KC767 dell'Aeronautica Militare Italiana costituiscono un pregiato assetto NATO e sono fondamentali nella cornice di sicurezza della Difesa Europea. Essi sono, infatti, inseriti, con piani prestabiliti, nel sistema europeo EATC (European Air Transport Command).

 

Il KC-767A deriva dal velivolo commerciale Boeing 767-200 "Extended Range". Il KC-767 Tanker/Transport garantisce un'elevata autonomia di volo e di carico unita alla capacità di rifornimento in volo, quale "receiver" o "tanker". Il KC-767A può rifornire usando il sistema "boom" oppure i pod alari e centrale a tubi e cestelli. I sistemi di rifornimento sono compatibili con i velivoli italiani e alleati inoltre il KC-767A è in grado di essere rifornito in modo da estendere il proprio raggio d'azione. Capacità del sistema di rifornimento in volo: sistema di rifornimento "boom" ad asta rigida con capacità di flussaggio fino a 4.091 litri al minuto; punto centrale a tubo e cestello con capacità fino a 2.727 litri al minuto; punti di estremità alare a tubi e cestelli con capacità fino a 1.818 litri al minuto; ricettacolo universale con capacità di imbarcare fino 4.091 litri al minuto. Il velivolo si può allestire in tre diverse configurazioni (COMBI, CARGO e FULL PAX), con un carico utile fino a 25.000 kg. Nella configurazione cargo si possono imbarcare 19 pallet militari NATO standard. Nella configurazione passeggeri si possono imbarcare fino a 200 passeggeri con relativi bagagli. Nella configurazione combi si possono imbarcare fino a 100 passeggeri e 10 pallet militari standard NATO.

Boeing KC-767A: NATO interoperability for Air to Air Refueling operations of the US NAVY fleet.

 

As part of a NATO program to increase interoperability regarding Air to Air Refueling operations, the United States Navy (USN) has obtained the certification to clear the fighter component to refuel from the Italian Air Force (ITAF) Boeing KC-767A.

 

The testing and certification activities have occurred in Patuxent River Naval Air Station, (MD). The Italian Air Staff - 3rd Department has tasked the Italian Flight Test Unit to support the activities that are required to issue Air-to-Air Refueling (AAR) clearance of the above USN aircrafts from ITAF Boeing KC-767A.

 

On August 19th, personnel of the Test Unit and the 14th Wing, Strategic Transport and Air Refueling Wing, took off from the Airport M. De Bernardi of Pratica di Mare (Rome) with the tanker aircraft towards Patuxent River, Maryland (USA), headquarters of USN Test Unit, VX-23, VX31, and Marine Aircraft Group 14.

 

In the United States, during the test campaign, The Italian Flying Test Unit collected the evidences needed to authorize the aircrafts F / A-18 (Hornet and Super Hornet), AV-8B and EA-6B to refuel from ITAF Boeing KC-767A.

 

The whole operation has been completed in 10 weeks, of which six were dedicated to flight testing.
Through this joint international teamwork between the Italian Flying Test Unit and the US Navy, interoperability between Italian and US assets in Air to Air Refueling operation has been enhanced. refueling in flight.

 

Roughly one year ago, in Arizona, the Italian Flying Test Unit with the KC-767A conducted the first certification in the world of a USAF tanker with stereoscopic vision system (Remote Vision System - RVS). Furthermore, in the same period, Italy certified the first non-US tanker as provider for a fifth-generation fighter, the F35.

 

The KC-767A derives from the commercial aircraft Boeing 767-200 "Extended Range". The KC-767 Tanker / Transport ensures extended flight range and high load coupled to the air refueling capabilities, such as "receiver" or "tanker". The KC-767A can replenish using the "boom" system, or the wing pod and the central tube and drogue chutes (baskets). The tank systems are compatible with the ones of Italian and Allied aircrafts and the KC-767A can be replenished in order to extend its range.

 

The KC-767A are employed under the command of Task Force Air Kuwait,  as the Italian contribution  to the "Prima Parthica" operation which is involved in the  fight against Daesh, as part of the multinational effort in the  Inherent Resolve.

 

The Italian Air Force KC767A aircrafts are a valuable NATO asset and are fundamental in the security framework of the European Defense. They are, in fact, part according to established plans, of the European Air Transport Command (EATC).

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.