Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Esercitazione: conclusa con successo la SATER 02-2019
Esercitazione: conclusa con successo la SATER 02-2019
18/06/2019
15° Stormo - Cervia
1° Lgt. Daniele Ruffilli

Si è conclusa nella notte del 18 giugno, presso il Comando Base Aeromobili del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera di Sarzana, l'esercitazione interforze SATER 02-19 che ha avuto lo scopo principale di consolidare la capacità di pianificare e condurre operazioni di soccorso aereo complesse, addestrando il personale dei Reparti del Soccorso Aereo, dei Centri di Coordinamento e delle Squadre di terra, alla gestione delle operazioni di ricerca e soccorso in ambiente montano, sia di giorno che di notte, favorendo la reciproca conoscenza e lo sviluppo di procedure comuni.


Le squadre di terra per questa edizione hanno avuto il coordinamento del CNSAS (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico) mentre gli assetti in volo sono stati coordinati dal Comando Operazioni Aeree (COA) dell'Aeronautica Militare di Poggio Renatico (FE), che ha costituito una postazione di comando e controllo denominata posto base avanzato. 

 

L'esercitazione si è articolata in quattro diversi eventi diurni e notturni, che hanno simulato la ricerca di escursionisti dispersi e infortunati in montagna e in grotta da parte delle squadre di terra del CNSAS e del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza supportate dagli equipaggi degli elicotteri di soccorso intervenuti: 1 PH139 della Guardia Costiera, 1 HH139 dell'Aeronautica Militare, 1 AB412 e 1 NH500 della Guardia di Finanza.

 

Le aree individuate per le operazioni di soccorso sono state la vetta del Monte Aiona e la miniera di Gambatesa, all'interno del Parco Naturale Regionale dell'Aveto, e il Parco Naturale Regionale di Portofino.

 

L'importanza dell'esercitazione, che ha ribadito ancora una volta l'importanza della sinergia tra i partecipanti al fine ultimo della salvaguardia della vita umana, è stata anche sottolineata dall'elevato numero di intervenuti -circa 150 operatori- appartenenti a: CNSAS, Aeronautica Militare, Guardia Costiera, Guardia di Finanza, 118 Liguria e Protezione Civile Liguria e dalle circa 12 ore di volo utilizzate per il trasporto di 10 squadre di ricerca.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.