Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Cerimonia di consegna delle Aquile a Pratica di Mare: brevettati 29 piloti ed un navigatore
Cerimonia di consegna delle Aquile a Pratica di Mare: brevettati 29 piloti ed un navigatore
02/10/2020
Ufficio Pubblica Informazione

Si è svolta venerdì 2 Ottobre, presso l'aeroporto militare "Mario de Bernardi" di Pratica di Mare, la cerimonia di consegna delle "Aquile" a 29 piloti ed un navigatore provenienti dalle Scuole di Volo dell'Aeronautica Militare. 

L'evento si è svolto nel rigoroso rispetto delle restrizioni imposte dall'emergenza sanitaria Covid-19. La cerimonia è stata presieduta dal Sottosegretario alla Difesa, On. Angelo Tofalo, alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso e del Comandante delle Scuole A.M./3ª Regione Aerea, Generale di Squadra Aerea Aurelio Colagrande, e di una rappresentanza di Autorità civili, militari e religiose del territorio. 

Complessivamente hanno ottenuto il brevetto 29 piloti e 1 navigatore: Ufficiali e Sottufficiali di Aeronautica MilitareEsercito ItalianoArma dei Carabinieri Guardia di Finanza, provenienti dalle Scuole di Volo del 61° Stormo di Lecce Galatina, del 72° Stormo di Frosinone ed, appunto, del CAE-MC di Pratica di Mare. I trenta neo brevettati hanno concluso un lungo e impegnativo percorso di formazione nelle Scuole di Volo dell'Aeronautica Militare: quindici Ufficiali dell'Aeronautica Militare saranno destinati rispettivamente alle linee "caccia", "plurimotore" ed "ala rotante"; gli altri piloti dell' Esercito Italiano, dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, che hanno frequentato il corso presso il 72° Stormo di Frosinone, scuola di addestramento per l'ala rotante, saranno quindi impiegati sugli elicotteri. 

"Il Paese è orgoglioso di voi. Fate parte di Forze armate e Corpi differenti, piloterete aeromobili diversi ma, da oggi, avete in comune l'aquila sul petto ed entrate così a far parte della famiglia dei piloti militari", ha detto il Sottosegretario Angelo Tofalo che ha, inoltre, espresso parole di apprezzamento per l'Aeronautica Militare, le Forze Armate e i Corpi dello Stato che hanno impiegato i propri assetti durante l'emergenza Covid-19. "Un contributo prezioso che ha consentito di riportare a casa i nostri connazionali, trasportare i contagiati in bio-contenimento, oltre ai presidi sanitari, operando in grande sinergia con la Protezione Civile". Infine, evidenziando il ruolo importante e fondamentale degli istruttori, Tofalo ha aggiunto: "Il modello addestrativo italiano è riconosciuto e apprezzato in tutto il mondo, grazie alla professionalità ed alla generosa dedizione degli istruttori. L'Italia, grazie all'Arma Azzurra, è un riferimento importante per le aeronautiche delle altre nazioni perché offre un sistema di addestramento al volo tra i più tecnologici e moderni che punta a standard qualitativi sempre più elevati". 

"Quella di oggi è una tappa importante perché sottolinea una doppia sfida che l'Aeronautica Militare ha portato a termine: suggellare un percorso di formazione complesso e molto selettivo, uno dei compiti più importanti che la Difesa ci assegna ed un esempio di concreta ed efficace integrazione e cooperazione interforze ed interministeriale, il tutto in un periodo estremamente difficile a causa della situazione di emergenza sanitaria". Queste le parole del Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso, che ha aggiunto: "Le Scuole dell'Aeronautica Militare, come tutte le forze armate, non si sono mai fermate. Un traguardo conseguito dopo aver superato una selezione severa, un periodo intenso di studio ed una serie continua di esami in volo, che idealmente unisce questi ragazzi a tutti i loro predecessori, del presente e del passato, e a tutti coloro che fanno del volo la propria ragione di vita.  Questi giovani alimenteranno i Reparti volo delle nostre Forze Armate e Corpi Armati dello Stato a supporto delle varie missioni assegnate, sia in ambito nazionale che internazionale". 

Il Comandante delle Scuole dell'AM/3^ R.A., rivolgendosi ai giovani piloti, ha voluto sottolineare come "il brevetto di pilota e navigatore militare e il brevetto militare di pilota di elicottero vogliono dire professionalità, responsabilità, senso del dovere, coraggio, altruismo. Essere pronti a dare tutto sé stessi per il proprio leader o per il proprio gregario, per il proprio capo equipaggio, per il proprio copilota in caso di difficoltà. Essere pronti a tutto per svolgere la propria missione, anche al limite delle proprie possibilità, al servizio della collettività e per salvare vite umane quando necessario. Entusiasmanti attività operative – ha aggiunto il Generale Colagrande – vi attendono. Vi auguro di vivere da protagonisti la meravigliosa avventura del volo militare"

Le Autorità convenute, subito dopo aver appuntato l'ambita "Aquila Turrita" sulla giacca dei neo-brevettati, si sono complimentati con i giovani piloti e navigatori per il traguardo raggiunto, e per l'occasione hanno consegnato agli Istruttori di Volo di ciascuna scuola una targa di riconoscimento per ringraziarli per il contributo etico, umano e professionale fornito, risultato ancor più prezioso durante l'emergenza sanitaria Covid-19.

Il C.A.E. Multi Crew provvede all'addestramento avanzato degli allievi Piloti dell'Aeronautica Militare destinati alle linee di supporto, dove assolveranno delicate missioni tra cui il trasporto sanitario d'urgenza, l'evacuazione medica, il trasporto personale, il trasporto umanitario, il rifornimento in volo e il pattugliamento marittimo; questo oltre a  addestrare piloti delle altre Forze Armate o Corpi Armati dello Stato secondo i più moderni dettami del concetto "Multi Crew" per i velivoli ad ala fissa.

Il 61° Stormo di Galatina (LE), scuola di volo di lunghe tradizioni, provvede alla formazione e all'addestramento su aviogetti degli allievi piloti. Oggi è di fatto una realtà internazionale che ospita piloti e istruttori provenienti da tutto il mondo: un'eccellenza dunque al servizio del Paese, che offre un sistema integrato di addestramento al volo tra i più avanzati al mondo.

Il 72° Stormo, ubicato sull'Aeroporto di Frosinone, ha il compito di formare e addestrare il personale dell'Aeronautica Militare per il conseguimento del brevetto di pilota militare "Helicopter Track" (MPLH – Military Pilot Licence Helicopter Track- Phase 3A and 3B, rispettivamente su TH500B e AW139), quello per pilota militare di elicottero (BMPE) per il personale delle Forze Armate e il brevetto di pilota di elicottero (BPE) per i frequentatori appartenenti ai Corpi dello Stato e provenienti da Paesi stranieri. Lo Stormo sarà protagonista nel prossimo futuro del progetto di creazione della Scuola Elicotteri Interforze che vedrà Aeronautica ed Esercito insieme nella formazione dei nuovi piloti di ala rotante. 

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.