Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Avvicendamento al vertice del Comando delle Forze da Combattimento
Avvicendamento al vertice del Comando delle Forze da Combattimento
16/10/2019
Comando delle Forze da Combattimento - Milano
Tenente Colonnello Nicola Minichini

Mercoledì 16 ottobre, presso la Sala della Vittoria Atlantica della 1^ Regione Aerea in Milano, si è svolta la cerimonia di passaggio di consegne tra il Generale di Divisione Aerea Silvano Frigerio, Comandante uscente, ed il Generale di Divisione Aerea Francesco Vestito, Comandante subentrante.

Alla cerimonia, presieduta dal Comandante della Squadra Aerea, Generale di Squadra Aerea Gianni Candotti, hanno partecipato autorità civili, militari e cittadine, nonché rappresentanti degli Enti e Reparti del presidio aeronautico di Milano ed i Comandanti di tutti i Reparti Operativi periferici dipendenti dal Comando delle Forze da Combattimento, accompagnati dai rispettivi Presidenti dei Sottufficiali.

Il Generale Frigerio, nel discorso di commiato, rivolgendo un indirizzo di saluto ai partecipanti, ha dapprima rivolto "…un deferente pensiero alle Bandiere di Guerra dei Reparti del CFC ed alle migliaia di colleghi che hanno servito con onore e fermezza la Forza Armata ed il Paese…" ed ha, successivamente, indirizzato un "sentito apprezzamento al personale del Comando delle Forze da Combattimento che per più di mille giorni ho avuto il privilegio di comandare e che ha operato ovunque con passione, etica e competenza, sempre senza indugio e senza sosta. Mi avete saputo supportare e consigliare come solo dei veri e leali professionisti sanno fare, lavorare con voi è stato un privilegio!…"

Continuando il suo pensiero, il Generale Frigerio ha poi evidenziato come nell'ultimo triennio il CFC abbia messo a disposizione della Forza Armata e del Paese una vasta gamma di solide capacità operative di assoluta ed irrinunciabile valenza, riferendosi, in particolare, alle capacità peculiari del Combat Air Power – in termini di information superiority, strategic awareness ed ingaggio di precisione – prontamente esprimibili e proiettabili in tutti i Teatri Operativi in cui lo Strumento Militare nazionale è o potrebbe essere impiegato. "… Ciò grazie al coerente bilanciamento di quattro fattori che – all'atto del mio insediamento – avevo indicato fondamentali per lo scopo: l'addestramento degli equipaggi e di tutto il personale operativo, la Sicurezza del Volo, da considerarsi un enabler e non certo un elemento limitante, l'adeguato manning delle unità e l'efficienza di linea, atta a garantire la massima disponibilità dei sistemi d'arma. I risultati conseguiti dai reparti del CFC - in Italia ed all'estero, in ogni contesto addestrativo ed operativo -  costituiscono una tangibile indicazione di un giusto mix di questi fattori, oltre che dell'impegno costantemente prodotto, dell'elevatissima professionalità del personale e della qualità dei sistemi d'arma disponibili. In percentuale, l'attività di volo operativa è cresciuta di oltre il 65%, mentre quella per esercitazioni è quasi triplicata..."

Ha preso poi la parola il Comandante subentrante, il Generale Vestito, che ha espresso la propria gratitudine alle SS.AA. di Forza Armata per avergli affidato la guida del Comando delle Forze da Combattimento sottolineando come "… Disponibilità e disciplina sono parametri indiscussi e, come tali, saranno richieste a tutto il personale del CFC, che ha già dimostrato di saper ben operare. Reputo che, in questo momento così critico per le risorse disponibili, dobbiamo coltivare la creatività dell'essere umano, dei dipendenti, perché con le proprie capacità, l'inventiva, l'operare in gruppo, possa dare quello sviluppo che ci permette di individuare soluzioni al di là delle cose."

Con queste parole, infine, rivolgendosi ai Comandanti di Stormo dipendenti ha detto: "… siate informativi informando, comunicativi comunicando, orgoglio della Nazione…", mentre rivolgendosi al personale del CFC ha detto "… procediamo a tutto gas. Cercate nella vostra soddisfazione personale il vero carburante per l'efficienza del sistema professionale militare: buon lavoro!"

La cerimonia si è conclusa con l'intervento del Generale Candotti il quale, oltre a ringraziare il Generale Frigerio per il lavoro svolto, ha evidenziato che "… essere comandanti, ovvero essere leader, significa accettare responsabilità in vista di un obiettivo da raggiungere ma anche sviluppare dedizione ed attenzione verso il personale. Promuovete dinamiche di reciproca fiducia, siate umili, siate curiosi, date l'esempio ed usate i poteri che vi sono conferiti responsabilmente sempre guardando all'interesse della sicurezza dei cieli italiani…"

Il Comando delle Forze da Combattimento ha come misisone quella di Pianificare, standardizzare e supervisionare l'addestramento e l'approntamento delle forze aerotattiche dell'Aeronautica Militare. Favorire l'integrazione tra piattaforme diverse e la sinergia con le componenti terrestre e marittima, garantendo sempre la massima prontezza ed efficacia del combat airpower - in termini di Information Superiority, Strategic Awareness, Air Superiority ed Ingaggio di Precisione - in qualsiasi teatro operativo d'impiego, mentre come visione quella di Essere uno strumento agile, resiliente, decisivo e sostenibile, a disposizione del Comandante Operativo, sempre in grado di assolvere la missione assegnata, nei tempi e nei modi richiesti. Da esso dipendono il 2° Stormo di Rivolto, il 4° Stormo di Grosseto, il 6° Stormo di Ghedi, il 32° Stormo di Amendola, il 36° Stormo di Gioia del Colle, il 37° Stormo di Trapani,  il 51° Stormo di Istrana, il Comando Aeroporto di Aviano, il Distaccamento Aeroportuale di Piacenza, il 313° Gruppo di Addestramento Acrobatico e la Squadriglia Collegamenti di Linate, per una forza organica di circa 8000 uomini e tutti i velivoli aerotattici dell'Aeronautica Militare quali l'F35, l'Eurofighter, il Tornado nelle versioni IDS e ECR, l'AMX,  l'MB 339 ed i velivoli a pilotaggio remoto Predator MQ-1 e MQ-9.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.