Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Cambio al Comando della 1^ Regione Aerea
Cambio al Comando della 1^ Regione Aerea
06/07/2017
Comando Forze da Combattimento
Ten. Col. Nicola Minichini

Il 6 luglio presso il Comando Aeroporto/Quartier Generale della 1^ Regione Aerea, ha avuto luogo la cerimonia di avvicendamento al Comando della 1^ Regione Aerea tra il Gen. S. A. Settimo Caputo ed il Gen. D. A. Silvano Frigerio, presieduta del Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, Gen. S. A. Enzo Vecciarelli.

Presenti per l'occasione il Prefetto di Milano, dott.ssa Luciana Lamorgese, il Sindaco Giuseppe Sala e numerose autorità civili, militari e religiose cittadine.

Hanno inoltre preso parte alla cerimonia, la Bandiera di guerra del 4° Stormo, lo Stendardo del 20° Gruppo, i Labari delle Associazione combattentistiche e d'Arma, i Gonfaloni del Comune di Milano, della Regione Lombardia e della Città Metropolitana, la Fanfara della 1^ Regione Aerea e le rappresentanze degli Enti e Reparti del presidio aeronautico di Milano.

 

"Un ringraziamento particolare desidero rivolgere al Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare per la sua presenza, alle istituzioni locali ed in particolare alla Regione Lombardia, alla Prefettura, al Comune di Milano, con le quali il Comando della 1^ Regione Aerea ha sempre collaborato in perfetta sinergia per il bene di Milano, una collaborazione che trae origine da profonda stima, da reciproco rispetto e sincera  amicizia …", queste le parole pronunciate dal Gen. Caputo nel corso del suo intervento, alle quali ha poi aggiunto, "…in questa occasione devo e voglio, rendere giusto merito agli uomini e alle donne  del Comando della 1^Regione Aerea che mi hanno dato sostegno e collaborazione in tutte le attività svolte dando prova di elevata competenza e professionalità nel raggiungimento degli obiettivi loro assegnati. Al Gen. Frigerio, che mi succede al vertice della 1ª Regione Aerea, auguro di cuore e con sincero affetto di svolgere un ottimo lavoro, denso di soddisfazioni. Conscio delle eccellenti doti umane e professionali, della grande serietà e dell'equilibrio che ti contraddistinguono, sono certo che conseguirai risultati sempre più prestigiosi.

 

Il Gen Frigerio, nel prendere la parola ha voluto innanzitutto rivolgere un saluto a tutte le autorità intervenute ed un ringraziamento al Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, "per la fiducia che mi è stata accordata conferendomi il prestigioso incarico di Comandante della 1^ Regione Aerea, lasciandomi al tempo stesso, la responsabilità di mantenere il Comando delle Forze da Combattimento dell'Aeronautica Militare", rivolgendosi poi al personale della 1^ Regione Aerea ha aggiunto "oggi chiedo ai miei collaboratori di assicurarmi il massimo supporto affinché possa assolvere alle mie responsabilità, consapevole di poter contare su donne e uomini motivati, pronti a far fronte ad ogni circostanza con dedizione e spirito di sacrificio, al fine di essere sempre più utile alla comunità ed al Paese". Al termine della sua prolusione, il Gen. Frigerio ha voluto estendere il personale ringraziamento al Gen. Caputo "per la sapiente opera di indirizzo che ha svolto nei miei confronti dal momento del mio arrivo a Milano".

 

Il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica, Generale di Squadra Aerea Enzo Vecciarelli, nel ringraziare tutte le Autorità presenti ed i vari rappresentanti delle Istituzioni cittadine ha evidenziato come "… dall'Arena di Milano si alzarono in volo le prime mongolfiere alla fine del settecento, mentre alla fine dell'ottocento Forlanini costruisce un prototipo di elicottero che con un motore a vapore si alza in volo. Nel 1910, è un motore costruito da un milanese ad animare il velivolo Blériot che attraversa la Manica, così come subito dopo vediamo la nascita della Caproni, della Macchi e della SIAI. Oggi, a queste storiche realtà, si aggiungono piccole, medio e medio-grandi industrie aeronautiche che danno propulsione alle nostre capacità ed ai nostri geni…". Rivolgendosi, poi, ai due Comandanti (Uscente e Subentrante) dice: "…Ho visto ciò che è stato realizzato dal Gen. Caputo in questi anni, me ne compiaccio e sono soddisfatto. Sono sicuro che il Gen. Frigerio continuerà su questa strada perché questo è il nostro primo obiettivo…". Nel ringraziare, infine, tutto il personale della 1^ Regione Aerea per l'eccellente lavoro svolto il Generale Vecciarelli ha concluso il suo intervento evidenziando come "…l'Aeronautica non potrà mai lasciare Milano. In un modo o nell'altro, nonostante le difficoltà e le ristrettezze finanziarie che ci portano a riorganizzarci continuamente, Milano sarà sempre nel nostro cuore. Per questo motivo, a Milano ci sarà sempre una divisa azzurra…".

 

La cerimonia si è poi conclusa con la consueta firma dell'albo d'onore da parte del Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica a cui ha fatto seguito il rituale scambio dei crest

 

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.