Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Aviano: conclusa l'esercitazione internazionale Astral Knight
Aviano: conclusa l'esercitazione internazionale Astral Knight
06/06/2019
Comando Aeroporto - Aviano
T.Col. Alessandro Alfonsi

Dal 3 al 6 giugno, sul sedime aeroportuale di Aviano, si è svolta l’esercitazione “Joint and Multinational” denominata Astral Knight 2019 a guida US Air Force in Europe (USAFE), che ha avuto come tema la difesa aerea integrata con lo scopo di incrementare le capacità di comando, controllo e coordinamento. Tali esercitazioni assicurano una solida partnership e rafforzano l’interoperabilità degli assetti dei Paesi partecipanti appartenenti all’Alleanza Atlantica.


Importante è proprio il concetto di interoperabilità tra assetti italiani e statunitensi che consente di mantenere la superiorità aerea e le capacità informative, ovvero quella consapevolezza strategica dello scenario in grado di fornire ai decision makers la giusta opzione per ogni tipo di intervento.


L’Aeronautica Militare ha partecipato con i caccia F-35 del 32° Stormo di Amendola, gli Eurofighter del 4° Stormo di Grosseto, del 36° Stormo di Gioia del Colle e del 37° Stormo di Trapani – tutti rischierati presso il 51° Stormo di Istrana dove hanno ricevuto il necessario supporto tecnico-logistico -, nonché con un velivolo G-550 (CAEW) del 14° Stormo di Pratica di Mare.


La USAFE ha partecipato con caccia F-16 del 31st Fighter Wing (FW), F-35s del 388th Fighter Wing e 419th Fighter Wing, KC-135s del 100th Air Refueling Wing, 507th Air Refueling Wing e 931st Air Refueling Wing, KC-10s del 514th Air Refueling Wing ed E-3s del 505th Air Control Wing. Gli Stati Uniti hanno schierato anche il sistema missilistico Patriot del 10th Army Air and Missile Defense Command, che ha operato dal porto di Koper con il supporto di una componente di militari Sloveni. La Croazia ha partecipato con MiG-21s.


Al Distinguished Visitor Day  ha partecipato il Comandante della 1^ Regione Aerea  di Milano e Comandante delle Forze da Combattimento, Generale di Divisione Aerea Silvano Frigerio, il LtGen Steven Basham Deputy USAFE/AFARICA di Ramstein (Germania), il Magg. Gen. Alenka Ermenc Capo di Stato Maggiore della Difesa Slovena ed il Brig. Gen. Mato Mikic Capo di Stato Maggiore Aeronautica Croata.


Nel suo intervento, il Generale Frigerio, nel porgere il saluto di benvenuto del Capo di SMD e Capo di SMA, ha voluto sottolineare le solide relazioni tra Italia e Stati Uniti, confermate anche dalla permanenza sull’aeroporto di Aviano di reparti dell’USAF sin dal 1954 e dal 1994 con il 31st FW. Ha poi ringraziato gli Stati Uniti per l’organizzazione dell’esercitazione, quale opportunità di incrementare l’interoperabilità strategica tra i partecipanti ed accrescere il comando e controllo nello IAMD (Integrated Air and Missile Defence). Altresì, ha ringraziato la Croazia e la Slovenia per aver colto questa occasione al fine di incentivare la collective readiness. Il Generale Frigerio ha poi sottolineato come l’Italia, dopo l’acquisizione a novembre 2018 della IOC (Initial Operational Capability), è la prima Nazione in Europa, ad essere operativa con i caccia di 5^ generazione F-35 ponendo il focus sulla necessità di continuare ad addestrarsi con alleati e partner regionali, in linea anche con la Defence Cooperation Initiative tra le varie Nazioni del Sud-Est Europeo.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.