Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > "Air Forces Operational Commanders’ Meeting" ad Amendola
"Air Forces Operational Commanders’ Meeting" ad Amendola
04/12/2018
Comando della Squadra Aerea - Roma
T.Col. Domenico Spalluto
Martedì, 4 dicembre, il Comandante della Squadra Aerea (CSA), Generale di Squadra Aerea Fernando Giancotti ha presieduto l’Air Forces Operational Commanders’ Meeting che si è svolto presso il 32° Stormo di Amendola nell’ambito del 4° Flying Course del Tactical Leadership Programme (TLP). 

L’evento, unico nel suo genere, ha visto la partecipazione dei Comandanti Operativi, o loro rappresentanti, delle Forze Aeree di alcuni dei Paesi aderenti (Belgio, Francia, Germania, Grecia, Olanda, U.S.A.). Dopo la presentazione del 32° Stormo da parte del Colonnello Davide Marzinotto, il Col. Paolo Rubino ha illustrato le fasi salienti del 4° Flying Course ed il Gen. Giancotti ha posto in risalto le prospettive e l’approccio dell’Aeronautica Militare Italiana verso la 5^ generazione. Successivamente, ogni singolo rappresentante ha potuto evidenziare il proprio punto di vista e le lezioni apprese, al fine di rendere patrimonio comune le rispettive esperienze e competenze. 

Alla fine della giornata, si è svolta una visita presso “la cittadella JSF”, sede del 13° Gruppo Volo ed al "Deployable, Air control centre, Recognized air picture production centre, Sensor fusion post" (DARS), dipendente dal Reparto Mobile di Comando e Controllo (RMCC) di Bari Palese, rischierato sul sedime di Amendola per il TLP. L’occasione ha suscitato grande interesse negli ospiti internazionali. L’approccio italiano alla quinta generazione, primo a conseguire la capacità operativa iniziale in Europa, è stato molto apprezzato per la qualità e l’efficacia dei risultati conseguiti e per i concetti fortemente innovativi implementati anche nello sviluppo di cultura e processi organizzativi capaci di supportare e promuovere una vera e propria trasformazione complessiva del sistema operativo A.M.

Anche il 4° Flying Course, per la prima volta in Italia dopo molti anni, ha rappresentato un importante passo nella transizione verso il concetto di 5^ Generazione, mediante il primo utilizzo in operazioni congiunte del velivolo F-35 in interfaccia con Sistemi d’Arma di 4^ generazione. L’integrazione del sistema d’arma JSF all’interno dell’Aeronautica Militare rappresenta la trasformazione capacitiva della Forza Armata verso la Quinta Generazione: l’F-35, definito come “Sistema di Sistemi”, si pone quale moderno strumento per affrontare gli odierni scenari operativi, ad elevata connotazione interforze e basati sulla Superiorità Informativa. Il successo riscontrato in termini di partecipazione ed interesse anche per questo incontro ai massimi livelli operativi, così come avvenuto per il 4° Flying Course e per la dichiarazione della Iniziale Capacità Operativa (IOC) del velivolo F-35, testimonia  dunque la valenza e l’apprezzamento da parte delle Forze Aeree internazionali dell’innovativo approccio alle tematiche di 5^ generazione e delle metodologie all’avanguardia proposte dall’Aeronautica Militare. 



Il Comando Squadra Aerea è uno dei tre Comandi di Vertice dell'Aeronautica Militare. Si occupa di addestrare, predisporre, approntare ed esercita il comando e controllo sulle Forze Aeree. Elevata prontezza operativa e correlata logistica di aderenza sono necessarie al conseguimento degli obiettivi operativi definiti dalla Forza Armata, per esprimere al meglio il Potere Aerospaziale a livello interforze, interagenzia e multinazionale, al servizio del Paese.



ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.