Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Il Comandante della Squadra Aerea visita la Task Force Air 4°Stormo
Il Comandante della Squadra Aerea visita la Task Force Air 4°Stormo
19/09/2017
Task Force Air (TFA) 4° Stormo
Cap. Orlando Fantozzi
Lunedì 18 e martedì 19 settembre il Generale di Squadra Aerea Franco Girardi, Comandante della Squadra Aerea, accompagnato dal Generale di Divisione Aerea Silvano Frigerio, Comandante delle Forze da Combattimento, ha visitato la Task Force Air (TFA) 4° Stormo, presente a Graf Ignatievo (Bulgaria) per l'assolvimento della missione NATO di  enhanced Air Policing.

Il Generale Girardi, accolto dal Comandante della TFA 4° Stormo, Colonnello Moris Ghiadoni, ha visitato le infrastrutture logistiche ed operative del distaccamento italiano rischierato in Bulgaria nell'ambito dell'operazione di enhanced Air Policing. Durante la visita il Generale Girardi ha potuto verificare il livello di prontezza degli assetti italiani e l’ottima integrazione raggiunta con il paese ospitante. 
Il Comandante della Squadra è stato poi ricevuto dal Comandante della Forza Aerea bulgara, Major General Tsanko Ivanov Stoykov, il quale ha illustrato gli aspetti organizzativi e funzionali della difesa e dell’aeronautica bulgara ed ha espresso un profondo apprezzamento per il lavoro che l’Aeronautica Militare sta svolgendo in Bulgaria.

Nella mattinata il Generale Girardi aveva incontrato il personale della TFA 4° Stormo sottolineando come: “la TFA 4° Stormo ha il dovere e l’onore di rappresentare nel migliore dei modi l’Aeronautica Militare ed il nostro paese. Siate fieri ed orgogliosi di ricoprire questo importante ruolo”. Inoltre rivolgendosi al personale ha comunicato il proprio apprezzamento per il lavoro finora svolto con passione e professionalità.


L'Aeronautica Militare italiana partecipa all'operazione di enhaced Air Policing in Bulgaria, implementando le capacità della Forza Aerea bulgara nella protezione dello spazio aereo alleato, con quattro velivoli Eurofighter. 
L'Air Policing è una capacità di cui si è dotata la NATO a partire dalla metà degli anni cinquanta e consiste nell'integrazione in un unico sistema di difesa aerea e missilistico della NATO dei rispettivi e analoghi sistemi nazionali messi a disposizione dai paesi membri. L'attività di Air Policing è condotta sin dal tempo di pace e consiste nella continua sorveglianza e identificazione di tutte le violazioni all'integrità dello spazio aereo NATO alle quali si fa fronte prendendo le appropriate azioni utili a contrastarle, come ad esempio il decollo rapido di velivoli caccia intercettori, il così detto scramble.
L'Air Policing è svolta nell'ambito dell'area di responsabilità del Comando Operativo Alleato della NATO (Allied Command Operations - ACO) di stanza a Bruxelles e viene coordinato dal Quartier Generale del Comando Aereo Alleato (Headquarters Allied Air Command) di Ramstein (GER).
ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.