Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > L’Aeronautica Militare qualifica altri quattro nuovi “Consiglieri Giuridici per le operazioni aeree”
L’Aeronautica Militare qualifica altri quattro nuovi “Consiglieri Giuridici per le operazioni aeree”
09/07/2018
Comando Operazioni Aeree - Poggio Renatico (FE)
Lgt. Roberto Aldo

​Lunedì 9 luglio, quattro Ufficiali del Corpo di Commissariato Aeronautico hanno conseguito la qualifica di "Consigliere Giuridico per le operazioni aeree", a chiusura di un iter addestrativo durato circa un quinquennio e culminato negli esami finali sostenuti presso il Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico.

Il Comandante del COA, Generale di Divisione Aerea Antonio Conserva, al termine della sessione di esami, ha consegnato gli attestati ai quattro nuovi "operational legal advisor (legad operativi)" che assisteranno i Comandanti operativi nel condurre le operazioni nel rispetto del diritto internazionale, del diritto dei conflitti armati, dei diritti umani, delle norme nazionali e delle regole d'ingaggio (Rules of Engagement – RoE), con particolare attenzione alla valutazione della legittimità sui mezzi e metodi di combattimento, che devono essere conformi al quadro giuridico nazionale ed internazionale.

Una figura, quella del legad operativo, che rappresenta un ulteriore tassello che caratterizza l'innovazione in atto per un'Aeronautica Militare sempre più utile al Paese. Infatti, nel "Consigliere Giuridico per le operazioni aeree" l'Aeronautica fonde ad un tempo l'esperienza operativa con la cultura giuridica, ovvero amalgama la cultura giuridica tipica dell'Ufficiale del Corpo di Commissariato a quelle multiculturali provenienti dal mondo operativo, quali fonti di intelligence, individuazione di target, conoscenza di armi utilizzate ed effetti collaterali che ne scaturiscono.

Una formidabile sintesi che si è realizzata anche tramite la frequenza di corsi universitari nell'ambito della collaborazione tra Ministero della Difesa e Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR), tra cui quelli svolti presso il dipartimento di Giurisprudenza di Ferrara in diritto internazionale penale militare e diritto umanitario dei conflitti armati. La complessità degli attuali scenari e la natura imprevedibile ed asimmetrica delle minacce alla sicurezza impongono infatti un approccio sempre più integrato e "duale" per simili conoscenze.

"Nel JFAC la figura del legad operativo a fianco al Comandante" ha detto il Generale Conserva "costituisce una professionalità fondamentale per raggiungere una capacità operativa atta a fronteggiare le nuove tipologie di minaccia, che mira a fornire alla Forza Armata ed ai Comandanti operativi gli strumenti giuridici necessari a condurre operazioni in modo efficace nella salvaguardia prioritaria della vita e dei diritti umani".

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.