Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > 36° Stormo Caccia, esercitazione per sopravvivere in mare
36° Stormo Caccia, esercitazione per sopravvivere in mare
07/08/2019
36° Stormo - Gioia del Colle (BA)
Cap. Cosimo Corona

Mercoledì 7 agosto, presso il Distaccamento Straordinario di Chiatona – Massafra (TA), si è svolta un'attività esercitativa per simulare l'attivazione delle procedure di soccorso e di recupero in mare di un pilota militare a seguito di un incidente aereo.

Per l'occasione è stato impiegato un elicottero HH-139 dell'84° Centro SAR di Gioia del Colle, il cui intervento è stato effettuato in coordinamento con la Capitaneria di Porto di Taranto e con le autorità locali.  

L'addestramento è iniziato con lo svolgimento di attività teoriche durante le quali sono state illustrate le tecniche di sopravvivenza in mare e le procedure di recupero; successivamente si è passati alla fase pratica effettuando l'operazione di recupero.

Con questa esercitazione, il personale dell'Aeronautica Militare del 36° Stormo Caccia e dell'84° Centro SAR si è addestrato sia per affinare le capacità di gestione di potenziali situazioni di emergenza nelle quali risultano coinvolti i Naviganti di un Reparto operativo, sia per consolidare la capacità di intervenire in rapidità, efficacia e sicurezza impiegando equipaggi e velivoli di Ricerca e Soccorso.

Tali attività, inoltre, rientrano nel più ampio spettro delle operazioni di ricerca e soccorso la cui finalità è innanzitutto quella di garantire un servizio alla collettività, obiettivo per cui l'Aeronautica militare opera e si addestra ogni giorno garantendo una prontezza 24 ore su 24, 365 giorni all'anno.

Il 36° Stormo Caccia, che dipende dal Comando Squadra Aerea per il tramite del Comando Forze da Combattimento, è uno degli Stormi della difesa aerea dell'Aeronautica Militare che assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all'anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato, fin dal tempo di pace, con quello degli altri paesi appartenenti alla NATO. Il servizio è garantito – per la parte sorveglianza, identificazione e controllo – dall'11° Gruppo D.A.M.I. di Poggio Renatico (FE) e dal 22° Gruppo Radar di Licola (NA), relativamente all'intervento in volo, dal 4° Stormo (GR), dal 36° Stormo (BA) e dal 37° Stormo (TP), tutti equipaggiati con velivoli caccia Eurofighter. A partire dal gennaio 2017, l'Aeronautica Militare ha attivato inoltre una cellula di Eurofighter F-2000 presso il 51° Stormo di Istrana al fine di ottimizzare la copertura dello spazio aereo nazionale, in ottica di generale riduzione dei tempi di intervento e di tempestivo contrasto di eventuali minacce. Da marzo 2018, inoltre, nel sistema di difesa aerea sono stati integrati anche i velivoli F-35 del 32° Stormo di Amendola, che contribuiscono con specifiche capacità operative e tecnologica di ultima generazione alla difesa dei cieli italiani.

L'84° Centro SAR è uno dei reparti del 15° Stormo dell'Aeronautica Militare che garantisce 24 ore su 24, per 365 giorni all'anno, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, inoltre concorre ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d'urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi.

Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato circa 7.300 persone in pericolo di vita.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.