Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Aeromobili a Pilotaggio Remoto: l’Aeronautica Militare forma 27 nuovi operatori
Aeromobili a Pilotaggio Remoto: l’Aeronautica Militare forma 27 nuovi operatori
03/06/2019
Ufficio Pubblica Informazione - Roma
Cap. Orlando Fantozzi

Lunedì 3 Giugno, presso il Centro di Eccellenza APR di Amendola (FG) si è concluso il 22° corso per Operatori di Aeromobili a Pilotaggio Remoto (APR) di classe Mini e Micro, ovvero di peso inferiore ai 20 Kg, che ha qualificato 27 allievi provenienti da tutte le Forze Armate e da diversi Enti statali.

Attraverso un addestramento teorico e pratico sulla conduzione degli APRM, necessario per garantire un uso efficace ed in sicurezza di qualsiasi drone della classe mini-micro, il corso ha dato la possibilità ai frequentatori di familiarizzare con gli aspetti peculiari dell'ambiente aeronautico e con i concetti d'impiego degli assetti APRM, nozioni indispensabili per il successivo addestramento specifico di Forza Armata o Corpo di Stato sui rispettivi sistemi d'interesse.

Nel corso della cerimonia, il Sottocapo di Stato Maggiore Aeronautica, Generale di Squadra Aerea Luca Goretti, ha voluto sottolineare l'impegno costante con il quale l'Aeronautica Militare, sin dal 2005 quando ha impiegato per la prima volta i predator in ambito operativo, condivide con tutti gli Enti dello Stato le competenze acquisite nel campo degli APR. "Abbiamo avuto una visione nel creare questa nicchia di eccellenza che è il CoE, aperta a tutti coloro che sono interessati a creare una cultura nel settore" ha spiegato il Gen. Goretti in chiusura del suo intervento "c'è spazio per tutti e non abbiamo velleità di primogenitura, l'utilizzo di droni di classe mini-micro sta registrando una massiccia proliferazione e sarà possibile ridurne i rischi soltanto se tutti gli Enti coinvolti saranno culturalmente e disciplinarmente allineati". 

Il volume di richieste di partecipazione ai corsi del Centro di Eccellenza APR provenienti sia dalle Forze Armate, sia dai Dipartimenti e Corpi dello Stato esterni al Ministero della Difesa sono aumentati esponenzialmente negli ultimi anni in virtù degli innumerevoli impieghi cui si prestano i sistemi APR, tra cui le attività di ricognizione e controllo del territorio, di monitoraggio ambientale, di ricerca e soccorso in caso di pubbliche calamità, di ordine pubblico in occasione di grandi eventi.

Il Centro di Eccellenza APR di Amendola che svolge fino a tre corsi l'anno di questo tipo, contribuisce, unitamente ad altri Enti di Forza Armata (in particolare con i fucilieri del 16° Stormo) allo studio, valutazione e sperimentazione di tecniche, procedure e sistemi di contrasto alla minaccia APR Mini/Micro (Counter-UAS), cioè quei "droni" di ridotte dimensioni illecitamente impiegati con intenti malevoli.

Il Centro di Eccellenza APR, posto alle dipendenze del Capo del 3° Reparto dello Stato Maggiore Aeronautica, ha già formato centinaia di unità di estrazione interforze e interdipartimentale, ma non si occupa di solo addestramento. Composto da esperti della materia esso favorisce, allo stesso tempo, lo sviluppo interforze e l'interoperabilità del comparto APR e costituisce un punto di riferimento unico per fornire supporto, nei termini richiesti dai committenti, nella sperimentazione e validazione di concetti e procedure connessi all'impiego dei sistemi APR, o al contrasto di quelli utilizzati per scopi illegali.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.