Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Aeromobili a Pilotaggio Remoto: collaborazione tra AM ed EASA sulle Operazioni Aeree con sistemi APR
Aeromobili a Pilotaggio Remoto: collaborazione tra AM ed EASA sulle Operazioni Aeree con sistemi APR
27/09/2021
Centro di Eccellenza per A.P.R.
Ten.Col. Marcello Morbiducci
Tra i compiti della European Union Aviation Safety Agency (EASA) c’è anche quello di fornire strumenti ed emanare regolamenti atti a perseguire nei cieli europei operazioni sicure, incluse quelle con Remotely Piloted Aircraft Systems (RPAS) civili. 

In tale contesto l’EASA ha manifestato all’Aeronautica Militare italiana l’interesse ad approfondire le proprie competenze nel campo delle operazioni a pilotaggio remoto, in particolare quelle condotte in modalità Beyond Visual Line of Sight (BVLOS), cioè con l’aeromobile fuori dal diretto contatto visivo con il pilota/operatore. 

EASA ed AM hanno pertanto siglato un apposito accordo di collaborazione in base al quale, dal 13 al 16 settembre, un pilota e un ingegnere aeronautico dell’Agenzia hanno effettuato un seminario di indottrinamento e familiarizzazione sulle operazioni con RPAS militari in BVLOS. L’attività, veicolata dallo Stato Maggiore Aeronautica, è stata coordinata dal Centro di Eccellenza per Aeromobili a Pilotaggio Remoto (CdE APR) in stretta sinergia con il 28° Gruppo Volo del 32° Stormo di Amendola che vanta una quindicennale esperienza nell’impiego di APR a lungo raggio.

Sono stati trattati i principi delle operazioni unmanned, i peculiari criteri di pianificazione delle relative missioni, le differenze con le procedure manned, la gestione del traffico aereo con APR militari, la rilevanza dei fenomeni metereologici e le limitazioni operative conseguenti, unitamente ai connessi aspetti di sicurezza del volo. Il personale dell’EASA ha anche preso parte a dimostrazioni con i simulatori del CdE APR ed ha affiancato gli equipaggi del 28° Gruppo Volo in attività volativa con il sistema d’arma Predator A+. Tutte le attività didattiche e dimostrative si sono svolte nel pieno rispetto delle norme di contenimento dell'emergenza Covid-19.

La scelta dell’EASA di rivolgersi, in campo europeo, proprio all’Aeronautica Militare italiana per tale esigenza costituisce un chiaro riconoscimento delle capacità nazionali e dell’esperienza maturata dalla Forza Armata nel settore degli APR in ambito nazionale ed internazionale ed apre la strada a future analoghe collaborazioni.
ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.