Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Kuwait: Avvicendamento al vertice dell’Italian National Contingent Command Air - Task Force Air
Kuwait: Avvicendamento al vertice dell’Italian National Contingent Command Air - Task Force Air
08/12/2020
IT NCC Air - TFA
Cap. Giulio Finotti

​Martedì 8 dicembre, presso la Base Aerea di Alì Al Salem, si è svolta la cerimonia di cambio Comando dell’Italian National Contingent Command Air - Task Force Air Kuwait tra il Colonnello Sergio Cavuoti, Comandante uscente, e il Colonnello Luca Vitaliti, Comandante subentrante. Tra le illustri personalità partecipanti all’evento, presieduto dal Generale S.A. Gianni Candotti, Comandante della Squadra Aerea, sono intervenuti S.E. l’Ambasciatore Italiano in Kuwait Carlo Baldocci, l’Addetto Militare italiano presso l’Ambasciata Italiana in Kuwait, il Vice Comandante delle Operazioni del JHQ kuwaitiano, il Comandante Kuwaitiano e Americano della base di Ali Al Salem, i Comandanti del Contingente Canadese e Danese, una rappresentanza kuwaitiana, italiana e di membri della Coalizione operante nell’Operazione “Inherent Resolve”.

Il Colonnello Sergio Cavuoti, nel corso del suo discorso di commiato, ha ringraziato le autorità, italiane e straniere intervenute alla cerimonia e si è rivolto a tutto il personale: “Ho scommesso tutto su di Voi, sulle donne e sugli uomini che ho avuto l’immenso privilegio di comandare, ho deciso di operare per cercare di creare le migliori condizioni possibili per far emergere le vostre capacità, le vostre qualità, i vostri talenti e anche le nostre aree di miglioramento, per essere sempre più consapevoli e pronti ad affrontare qualsiasi sfida il destino ci avrebbe riservato e non solo abili nel fronteggiare le problematiche già oggi note”.
Ha poi aggiunto: “Appena insediato avevo già stabilito la mia strategia e iniziato ad operare in questo senso, poi è esploso il problema COVID 19 prima in Italia e poi dappertutto e quanto avevo ipotizzato è stato stravolto in un attimo. Abbiamo quindi dovuto affrontare, sia con Voi sia con i vostri predecessori, situazioni nuove, inaspettate, complesse, sfidanti. Sono stati e sono giorni complessi e concitati ma, nonostante in Italia e in molti altre realtà tutto sembrava essersi quasi del tutto fermato, tutto è rallentato e ridotto all’essenziale, la Task Force Air Kuwait, seppur con alcune limitazioni dovute all’applicazione delle misure di contenimento alla diffusione del COVID 19, ha continuato e continua ad operare in modo ininterrotto, mantenendo estrema efficacia, pervasività e precisione, contribuendo con pieno successo nell’ambito della Coalizione Internazionale”. Il Colonnello Cavuoti ha rivolto infine le sue parole al Comandante subentrante dell’IT NCC AIR – TFA Kuwait: “Sono certo che, in ogni momento, sarai consapevole ed orgoglioso di essere guida e riferimento di questi splendidi uomini e donne che daranno tutti loro stessi per eseguire le tue indicazioni”.

Nel suo discorso di insediamento, il Colonnello Luca Vitaliti ha ringraziato il Generale Candotti e la linea gerarchica per la fiducia accordatagli e per il sostegno che da sempre assicurano al Contingente, oltre che le autorità italiane e straniere presenti all’evento: “La presenza di ospiti illustri è segno evidente della solennità di questo momento, dell’importanza del nostro impegno e del valore della fratellanza che ci lega al popolo kuwaitiano, agli Alleati ed ai Paesi Amici. Come Comandante dell’IT NCC Air assicurerò l’efficace impiego delle risorse assegnate per garantire senza soluzione di continuità l’operatività di una componente aerea di assoluta eccellenza dislocata in diversi Paesi e su più basi in Kuwait ed Iraq e l’efficiente supporto logistico al dispositivo nazionale schierato in Kuwait”.
Successivamente ha aggiunto: “Grazie al prezioso contributo fornito dagli assetti aerei schierati dall’Aeronautica Militare, l’Italian National Contingent Command Air/Task Force Air Kuwait fornisce quotidianamente un apporto di assoluta rilevanza per la strategic awareness e l’information superiority nel Teatro Operativo, per la protezione e la sicurezza, per l’estensione dell’autonomia di volo e del raggio d’azione degli assetti aerei della Coalizione, contribuendo in modo fattivo alla pace ed alla stabilità nell’area”.
Ha poi indirizzato le sue prime parole verso il personale dell’IT NCC AIR – TFA Kuwait: “Ho potuto da subito apprezzare l’entusiasmo, l’abnegazione e le qualità che vi caratterizzano. Per poter conseguire gli obiettivi assegnati, la mia opera sarà primariamente rivolta ad assicurare le condizioni per poter esprimere a pieno il vostro potenziale, attraverso un’azione di comando che intenderà ispirarsi ai valori fondanti del nostro giuramento: servizio, onore, coraggio, lealtà, disciplina, generosità, integrità". Ha poi aggiunto: “In un contesto operativo ricco di sfide ed in un momento così difficile per la crisi pandemica internazionale da COVID19, sentiamo la responsabilità, ma anche il privilegio, di servire il Paese in prima linea, contribuendo direttamente e concretamente alla pace, alla sicurezza ed all’instaurazione di un clima di crescente collaborazione internazionale. Sono sicuro che con Coesione e Spirito di Corpo, con il supporto dell’Italia e dei Paesi Partner, qualunque obiettivo potrà essere alla nostra portata. Mi aspetto grandi cose da voi!”. Infine ha rivolto il suo personale pensiero al Col. Sergio Cavuoti: “Ti ringrazio per avermi lasciato una compagine motivata, affiatata e di altissima professionalità secondo i più elevati standard operativi e per l’amicizia con cui mi hai accolto”.

La cerimonia ha avuto termine con l'intervento del Comandante della Squadra Aerea, Generale di Squadra Aerea Gianni Candotti che, dopo aver salutato le autorità civili e militari, ha sottolineato l’importanza del momento dell’avvicendamento al vertice dell’IT NCC AIR – Task Force Air Kuwait e i rilevanti obiettivi che sono stati raggiunti nonostante il momento storico particolarmente difficile. Nel rivolgersi poi al personale dell’IT NCC AIR – Task Force Air Kuwait ha dichiarato: “Sono venuto varie volte nella mia vita in questo posto ma soltanto ora incominciamo ad utilizzare delle parole di speranza, come “normalizzazione” e “stabilità”. Parole che ci danno la dimensione di quello che potrebbe essere il futuro. Tutto ciò anche grazie a voi, a chi vi ha preceduto, a chi ha perso la vita, a chi vi ha guidato, a chi ha deciso di ingaggiare le forze italiane in questa regione difficile”.

​Costituita in data 17 ottobre 2014 ed inserita nell’ambito dell’Operazione multinazionale “Inherent Resolve”, l’IT NCC/TFA Kuwait garantisce unicità di comando per l’impiego sinergico e coordinato degli assetti forniti dall’Aeronautica Militare Predator, Tornado, C-27 J e KC 767A. La TFA Kuwait concorre mediante l’impiego dei propri assetti Intelligence, Surveillance and Reconnaissance (ISR) - Tornado e Predator – alla definizione della situational awareness della coalizione.  Il flusso di video ed immagini ad alta risoluzione acquisiti dalle piattaforme aeree viene canalizzato alla cellula Intelligence “Integrated Italian Multisensor Exploitation Cell” (I2MEC) per estrarre il contributo informativo necessario alla condotta delle Operazioni della Coalizione. Con il KC 767A, la Componente contribuisce attraverso l’attività di rifornimento in volo all’estensione di autonomia di volo e raggio d’azione degli assetti aerei della Coalizione. In Iraq è inoltre schierato l’assetto aereo C-27J, che svolge missioni di sorveglianza, protezione e supporto nello spettro elettromagnetico.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.