Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Avvicendamento al vertice del Comando Forze di Supporto e Speciali
Avvicendamento al vertice del Comando Forze di Supporto e Speciali
07/11/2019
Comando Squadra Aerea
Magg. Mario Trabalza
Giovedì 7 novembre, presso l’hangar dell’Aeroporto di Centocelle a Roma, si è svolta la cerimonia di passaggio delle consegne tra il Generale di Divisione Aerea Gianpaolo Miniscalco, Comandante Uscente, ed il Generale di Brigata Aerea Achille Fernando Cazzaniga, Comandante subentrante.

Alla cerimonia, presieduta dal Comandante della Squadra Aerea, Generale di Squadra Aerea Gianni Candotti, hanno partecipato autorità civili e militari, nonché i Comandanti dei Reparti Operativi dipendenti dal Comando Forze di Supporto e Speciali, accompagnati dai rispettivi Presidenti dei Sottufficiali.

Il Generale Miniscalco, nel proprio discorso di commiato ha rivolto un sentito apprezzamento al personale che lo ha supportato nei suoi due anni di comando: “oggi lascio un comando “innovativo” e preparato che inquadra circa 7.300 uomini e donne che prestano servizio senza soluzione di continuità in tutta l’Italia e all’estero, i cui reparti di volo - con ben 19 linee di aeromobili differenti - effettuano buona parte delle ore annuali volate dall’Aeronautica Militare”.

Il Generale Cazzaniga, nel suo intervento, ha espresso la propria gratitudine alla Forza Armata per l’attribuzione dell’incarico al Comando Forze di Supporto e Speciali definendolo “[...] una realtà complessa, basata sulla forza trainante degli uomini e della donne che operano incessantemente nelle fila dei Reparti Operativi con un eccezionale spirito di sacrificio, con profonda competenza tecnico-professionale sviluppata nel corso della lunga storia della nostra giovanissima forza armata ormai quasi al suo centesimo anno di età [...]”.

La cerimonia si è conclusa con l’intervento del Generale Candotti, il quale ha sottolineato che “[…] le sfide che ci attendono nel settore del combat support e delle forze speciali sono importanti: l’integrazione tra assetti di diversa generazione, la ricerca di una migliore efficienza della flotta, la capacità d’intervento rapido ed a lunga distanza, le riflessioni sul futuro della flotta e degl’impieghi che presumibilmente saranno necessari per contrastare preoccupazioni a terra ed in volo, pilotate ed a pilotaggio remoto in un mondo che si affaccia sempre di più su vettori balistici, ipersonici, sub orbitali e spaziali.” Infine ha rimarcato come “[…] oggi, essere comandanti, essere leader, significa accettare responsabilità in vista di un obiettivo da raggiungere ma anche sviluppare dedizione ed attenzione verso il personale. Sun Tzu diceva che il miglior medico è quello di cui nessuno conosce il nome perché previene le malattie ed alla fine nessuno lo conosce e nessuno lo cerca perché nessuno si ammala. Cerchiamo di essere sempre i migliori medici…non diventeremo famosi ma faremo sicuramente del bene a questo Paese!"

​Il Comando delle Forze di Supporto e Speciali (CFSS) dipende dal Comando della Squadra Aerea. Costituisce il polo di eccellenza per la Forza Armata nell'ambito del Combat Support, il complesso di capacità operative che racchiude tra le altre l'Airlift Transportation, l'Air-to-Air Refueling, il Combat SAR, la Force Protection e le Special Operations.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.