Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Diamo un futuro alla memoria: rievocazione storica per onorare l'Aviere Angelo Ciorciari
Diamo un futuro alla memoria: rievocazione storica per onorare l'Aviere Angelo Ciorciari
30/09/2018
SMA 5° Reparto
1° M.llo Cosimo Antonio Elia
Domenica 30 settembre, nella splendida cornice del Real Bosco di Capodimonte a Napoli, nell’ambito delle celebrazioni del 75° Anniversario delle Quattro Giornate di Napoli, si è tenuta una manifestazione intitolata “Diamo un futuro alla memoria” alla presenza delle Autorità locali e del Comandante dell’Accademia Aeronautica, Generale di Brigata Aerea Enrico Degni. 

L’evento ha avuto tre momenti principali: il primo, nell’auditorium del Museo, con la presentazione del libro “Prima dell’Oblio - Le Quattro Giornate a Capodimonte e l’Aviere ritrovato”, curato da Carlo Verde, Pietro Riccio, Sara Cucciolito e il Ten. Col. Paola Verde, edito dalla Rivista Aeronautica che ricostruisce minuziosamente la storia di Salvatore e Ciro Palumbo, di Gaetano Rescigno, e del ventiquattrenne Aviere Scelto Angelo Ciòrciari, automobilista della Regia Aeronautica che ancora in divisa fu arrestato dai nazisti.

Nel suo intervento di saluto finale il Generale Degni ha sottolineato quanto sia forte il legame dell’AM non solo con Napoli ma con tutta la Campania e quanto sia importante il compito di coloro che si adoperano affinché la memoria di avvenimenti come questi restino vivi. Ha concluso il suo intervento ricordando che, come dimostrato dall’Aviere Scelto Angelo Ciorciari, il compito di ogni militare è quello di difendere la Patria e i cittadini.

L’evento è poi proseguito all’interno del bosco con la rievocazione storica, per la prima volta a Napoli, di quei fatti narrati nel libro. La rievocazione, con figuranti in costume e mezzi militari d’epoca nasce proprio con lo scopo di promuovere correttamente la memoria storica del territorio e restituire alle nuove generazioni un alto valore formativo e orientativo. Le scene rappresentate sono state: la deportazione, l’arresto del giovane aviere, il coraggioso intervento di Eva Schmitt e infine la fucilazione.

La rievocazione storica ha avuto termine con la commemorazione dei caduti al cippo funebre e con gli onori militari.

La  cerimonia ha visto la partecipazione delle scolaresche della municipalità, di molti cittadini ed anziani testimoni dei fatti storici raccontati nel libro. Lo stand ed il simulatore di volo con il personale AM presente per l’intera giornata al Real bosco ha indubbiamente contribuito a dare visibilità all’evento e avvicinare ancora di più la Forza Armata alla città di Napoli.
ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.