Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Islanda: la Task Force Air svolge addestramento congiunto con gli americani
Islanda: la Task Force Air svolge addestramento congiunto con gli americani
19/09/2018
TFA 37th Wing - Northern Stork
Ten. Orsola Santoro

​La Task Force Air 37th Wing, rischierata in Islanda per la missione di Air Policing Northern Stork si è esercitata congiuntamente alle forze aeree americane facenti parte del NORAD (North American Aerospace Defence Command), al fine di mantenere elevati gli standard di addestramento e interoperabilità tra le rispettive Forze Aeree nel complesso scenario Islandese.

Gli assetti e il personale americano sono infatti impegnati nell’esercitazione internazionale Vigilant Shield 18-4 proprio sui cieli islandesi. Tale esercitazione ha lo scopo di addestrare gli equipaggi all’intercettazione di aerei per il successivo trasferimento oltre i confini dello spazio aereo di competenza, tramite l’attivazione della catena di comando e controllo della NATO e lo “scramble” dei velivoli in prontezza.

Gli Eurofighterdell'Aeronautica Militare italiana hanno quindi effettuato missioni di volo insieme ai velivoli P8 – Poseidon della U.S. Navy per standardizzare le procedure tra i paesi NATO e migliorare la flessibilità degli assetti dell'alleanza, aumentando le capacità degli equipaggi di volo.

L'Aeronautica Militare italiana partecipa all'operazione di Air Policing in Islanda con quattro velivoli Eurofighter provenienti dal 4°, 36° e 37° Stormo. Piloti, controllori della Difesa Aerea, personale tecnico e logistico assicureranno il Servizio di Sorveglianza dello spazio aereo islandese fino all’inizio del mese di ottobre, conducendo, nel frattempo, attività addestrativa congiunta con il personale della Icelandic Coast Guard.

L'attività di Air Policing  è condotta sin dal tempo di pace e consiste nella continua sorveglianza dell’integrità dello spazio aereo della NATO nonché nell’identificazione di eventuali sue violazioni all'integrità, dinnanzi alle quali devono scattare appropriate azioni di contrasto, come, ad esempio, il decollo rapido di velivoli caccia intercettori, che in termini tecnici è definito scramble.

L'Air Policing viene svolta nell'ambito dell'area di responsabilità del Comando Operativo Alleato della NATO (Allied Command Operation - ACO) di stanza a Bruxelles e viene coordinata dal Comando Aereo (Air Command) di Ramstein (GER).

 Leggi la notizia sul sito dello Stato Maggiore della Difesa

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.