Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Cambia il Comandante del 61° Stormo di Galatina
Cambia il Comandante del 61° Stormo di Galatina
03/08/2018
61° Stormo - Galatina (Le)
1° M.llo Angelo Grande
Cambio della guardia al Comando del 61° Stormo. Si è svolta venerdì 3 agosto, all’interno di uno degli hangar dell’aeroporto militare “Fortunato Cesari” di Galatina, alla presenza di autorità civili e militari e di tutto il personale della base schierato per l’occasione, la cerimonia di passaggio di consegne tra il comandante uscente, il colonnello Luigi Casali, e il parigrado Alberto Surace. La cerimonia è stata presieduta dal generale di squadra aerea Umberto Baldi, Comandante delle Scuole dell’Aeronautica Militare/3ª Regione Aerea di Bari.

Il colonnello Luigi Casali ha assunto il comando dell’aeroporto salentino l’8 luglio 2016. Lascia l’incarico dopo due anni di intenso lavoro durante i quali il 61° Stormo è stato sempre più impegnato in un complesso processo di crescita e di ammodernamento, anche in chiave internazionale. Per il col. Casali “è stato un periodo laborioso, durante il quale si è data concretezza a due aspetti fondamentali: da un lato, la valorizzazione degli investimenti fatti con l’obiettivo di trasformare in un’ottica di costo efficacia i percorsi addestrativi; dall’altro, la declinazione a livello locale della vision del signor Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica: un’aeronautica sempre più coesa ed utile al Paese”. Ha poi continuato ringraziando gli uomini e le donne del 61° Stormo “per quello che mi avete dato, non vi dimenticherò mai, vi porterò nel mio cuore come un ricordo a me caro ed indelebile”.

Il colonnello Aberto Surace, che assume il comando della base aerea salentina, è nato a Genova nel 1971. Sposato, con due figli, è laureato in Scienze Aeronautiche ed è in possesso di un “Master of Business Administration”. “L’assunzione del comando di questo prestigioso reparto, è il coronamento di un sogno e l’opportunità di continuare uno strepitoso percorso di crescita umana e professionale che ha contraddistinto tutta la mia carriera di ufficiale pilota”, ha detto il nuovo comandante dell’aeroporto di Galatina nel suo discorso di presentazione, “questa scuola di volo svolge un insostituibile ruolo nel processo di formazione dei piloti dell’Aeronautica Militare; essa rappresenta un patrimonio inestimabile per il Paese, costituito, oltre che da mezzi, beni materiali, sistemi e infrastrutture, soprattutto da capacità umane e professionali, da valori solidi, e da tradizioni uniche e consolidate”.

Il gen. Baldi, durante il suo intervento, ha voluto sottolineare il ruolo di primo piano che lo Stormo di Galatina ha assunto nella formazione dei piloti militari, “divenendo un punto di riferimento nell’addestramento al volo in campo internazionale”.
Il 61° Stormo, dipendente dal Comando Scuole A.M./3ª Regione Aerea, ha il compito di provvedere all’addestramento al volo su aviogetti:
di fase II -  comune a tutti gli allievi piloti militari, è finalizzata alla individuazione delle linee su cui saranno impiegati (fighters, pilotaggio remoto RPA, elicotteri, trasporto);
di fase III - rivolta esclusivamente agli allievi piloti selezionati per le linee “Fighter” e “RPA”, si conclude con il conseguimento del Brevetto di Pilota Militare;
di fase IV - propedeutica al successivo impiego sui velivoli Fighters (il corso è denominato Lead In to Fighter Training – LIFT);
dei piloti militari da qualificare Istruttori di Volo sui jet (Pilot Instructor Training- PIT).

L’attività formativa del 61° Stormo è indirizzata agli allievi piloti dell’Aeronautica Militare italiana, delle altre Forze Armate e dei Paesi alleati/partner (in tutte le fasi di volo secondo le richieste di ciascun Paese).
ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.