Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Doppio intervento su allarme per i caccia intercettori dell'Aeronautica Militare
Doppio intervento su allarme per i caccia intercettori dell'Aeronautica Militare
14/07/2017
Ufficio Pubblica Informazione
Cap. Simone Antonetti
Nel primo pomeriggio di oggi due coppie di velivoli caccia F-2000 Eurofighet in servizio di allarme per la Difesa dello Spazio Aereo si sono alzati in volo su ordine di "scramble" per intercettare due velivoli che avevano perso il contatto radio con gli enti del controllo del traffico aereo. 

Alle 13.30 circa, due F-2000 Eurofighter del 36° Stormo di Gioia del Colle hanno intercettato un velivolo Airbus A320 della compagnia greca Aegean Air Lines che, decollato da Lussemburgo, si stava dirigendo ad Atene. 

I due velivoli caccia dell'Aeronautica Militare hanno intercettato il velivolo greco e, attraverso l'uso di alcune procedure operative, hanno fornito assistenza all'equipaggio che ha prontamente ripristinato il contatto con le gli enti del traffico aereo. 

Dopo circa un'ora, due Eurofighter del 4° Stormo di Grosseto, in prontezza d'allarme per la sorveglianza dello Spazio Aereo del nord Italia, sono decollati per raggiungere, intercettare e fornire assistenza ad un velivolo privato AD40 che, decollato da Venezia, si stava dirigendo in Germania privo di contatto radio con gli enti preposti. 

Entrambe le missioni operative sono state attivate a seguito dell'ordine di decollo immediato disposto dal CAOC (Combined Air Operation Center) di Torrejon, ente NATO responsabile d’area del servizio di sorveglianza dello spazio aereo. Le intercettazioni dei due velivoli sono state guidate dai controllori a terra della Difesa Aerea dell’11° Gruppo D.A.M.I. (Difesa Aerea Missilistica Integrata) di Poggio Renatico (FE) e dal 22° Gruppo Radar di Licola (NA), i Gruppi Radar con i quali il Comando Operazioni Aeree (COA) dell’Aeronautica Militare esercita il Comando e Controllo (C2) degli assetti della Difesa Aerea e Missilistica impegnati in attività operativa reale ed esercitativa.
Le due missioni di oggi si sommano all'intervento effettuato proprio ieri dagli Eurofighter del 36° Stormo. Tre missioni concluse positivamente a dimostrazione, ancora una volta, della prontezza ed efficacia di tutto il complesso ed articolato strumento attraverso il quale l'Aeronautica Militare garantisce la protezione dello spazio aereo nazionale da qualunque violazione. 

L’Aeronautica Militare opera 24 ore su 24 per la sicurezza del Paese e dei cittadini, garantendo il controllo dello spazio aereo e proteggendo gli interessi nazionali, anche all’estero, attraverso un sistema integrato di radar a terra e l’impiego di velivoli intercettori (Eurofighter).

Lo scambio di informazioni sul traffico aereo fra l’Aeronautica Militare, gli enti che controllano il traffico aereo civile e le autorità deputate alla sorveglianza dei cieli dei Paesi NATO confinanti consente di operare efficacemente controllando i movimenti di velivoli in avvicinamento e in transito nello spazio aereo nazionale.



ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.