Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Industria: MBDA Italia consegna la centesima control section del missile AGM-88E
Industria: MBDA Italia consegna la centesima control section del missile AGM-88E
12/07/2019
Stato Maggiore Aeronautica - Roma
Col. Massimo Valente

S'inserisce nell'ambito del programma di acquisizione del missile AGM-88E (Advanced Anti-Radiation Guided Missile - AARGM) siglato dall'Aeronautica Militare e dalla United States Navy, il prestigioso traguardo raggiunto dall'azienda MBDA consistente nella realizzazione della 100a control section del missile.

La componente consegnata da MBDA Italia, partner del gruppo industriale statunitense Northrop Grumman Innovation Systems (NGIS), sarà assemblata nel centesimo missile AGM-88E che, nel prossimo mese di settembre, verrà realizzato presso la base dell'Aeronautica Militare di Sanguinetto (VR), nel lotto di produzione denominato Full Rate Production 6.

Il missile è integrato nei sistemi d'arma FA-18C/D Hornet, FA-18E/F Super Hornet, EA-18G Growler e il Tornado, nella versione Electronic Combat and Reconnaissance (ECR), del 155° Gruppo del 6° Stormo di Ghedi.

Nel corso della cerimonia dello scorso 12 luglio, svoltasi presso lo stabilimento di Fusaro (NA) di MBDA Italia, Gordon Turner, Vice Presidente dell'Air Warfare System della NGIS, e Antonello Fiore, Operations Director di MBDA Italia, hanno simbolicamente consegnato la 100a control section ad una rappresentanza guidata dal Brigadier Generale Luca De Martinis, Capo del IV Reparto dello Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare.

Gordon Turner, nel corso del suo discorso di consegna, ha elogiato il grande risultato industriale raggiunto, sottolineando come la dedizione del personale italiano dell'azienda MBDA e i solidi rapporti tra l'Aeronautica Militare e la US Navy, partner del programma, siano stati alcuni degli elementi chiave per il raggiungimento di un traguardo così prestigioso.

Nel corso del suo intervento, il Generale di Brigata Luca De Martinis ha invece posto l'accento sulla continua cooperazione e il grande lavoro di squadra intercorso tra le diverse componenti governative e MBDA Italia, elementi fondamentali senza i quali non sarebbe possibile assicurare alle Forze Armate italiane e Statunitensi la fornitura di componenti di un livello tecnologico così elevato.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.