Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Editoria > Rivista Aeronautica > Ora in Edicola > IL GIAPPONE SCEGLIE LA “NOSTRA” IFTS
IL GIAPPONE SCEGLIE LA “NOSTRA” IFTS

Dopo Qatar e Germania, anche il Paese nipponico addestrerà i propri piloti militari in Italia

 

L’addestramento al volo rappresenta da sempre un fiore all’occhiello dell’Aeronautica Militare. La qualità di programmi ed istruttori è ampiamente riconosciuta e stimata a livello internazionale, tanto che sempre più partners, sempre più soddisfatti, stanno aderendo al progetto IFTS (International Flight Training School), nato dalla collaborazione strategica tra Aeronautica Militare e Leonardo, per la realizzazione di un nuovo centro avanzato di addestramento al volo a partire dalla cosiddetta Fase IV (Advanced/Lead-In Fighter Training), in grado di preparare, nel miglior modo possibile, i piloti che saranno successivamente impiegati operativamente sui velivoli di 4ª e 5ª generazione come l’F-2000 o l’F-35. In questa direzione, è del 21 ottobre scorso la notizia dell’accordo fra l’A.M. e la JASDF (Japan Air Self-Defense Force) per l’inserimento di piloti militari giapponesi nei corsi di addestramento avanzato presso l’IFTS. «Sono orgoglioso e onorato di poter sottoscrivere questo accordo – ha dichiarato il Gen. S.A. Alberto Rosso, Capo di Stato Maggiore dell’A.M. pro tempore – che darà ad entrambi i Paesi l’opportunità di crescere insieme, di condividere capacità professionali e di far lavorare il nostro personale in stretto contatto, sinergia ed amicizia. […] Questo è un ulteriore importante passo nell’ambito della collaborazione tra le nostre Aeronautiche: cooperiamo già con grande successo in molti ambiti, avendo ad esempio in dotazione piattaforme comuni quali il velivolo F-35 e il tanker KC-767». L’interesse del Giappone per le capacità addestrative dell’Aeronautica Militare si è consolidato dopo una serie di contatti e iniziative, culminate in una visita al 61° Stormo di Lecce nel settembre 2020, durante la quale una delegazione della JASDF ha potuto apprezzare direttamente l’eccellenza del sistema addestrativo dell’Aeronautica Militare, con particolare riferimento all’Integrated Training System, sviluppato da Leonardo e basato sul velivolo T-346A. «Nel firmare questo accordo tecnico – ha dichiarato il Capo di Stato Maggiore della JASDF, Gen. Shunji Izutsu – voglio esprimere il mio più profondo apprezzamento per il grande supporto e per la collaborazione offerta dall’Aeronautica Militare. Credo che l’accordo rappresenti un passo significativo per approfondire la cooperazione e gli scambi nel settore Difesa tra la Japan Air Self-Defense Force e la Forza Armata italiana. Questo è un vostro grande risultato – ha proseguito il Gen. Shunji Izutsu – e voglio esprimere il più sentito rispetto per i vostri risultati, insieme alla gratitudine per il contributo offerto al consolidamento del rapporto tra Giappone e Italia». Il Giappone è il terzo Paese, dopo Qatar e Germania, ad aderire al progetto IFTS. A settembre scorso, infatti, un accordo simile è stato siglato con la Luftwaffe, seguito, immediatamente, dall’avvio del percorso addestrativo per due piloti dell’aeronautica tedesca.

 

© Riproduzione riservata

Leggi l'articolo completo sulla Rivista Aeronautica n° 5 del 2021

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.