Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Rivista Aeronautica n. 6/2019
   

Cari lettori,

lo scorso 13 dicembre ho assunto l'incarico di Capo del 5° Reparto Comunicazione dello Stato Maggiore dell'Aeronautica e di Direttore Editoriale della Rivista Aeronautica. Fin dai primi giorni ho avuto modo di apprezzare il livello di eccellenza del 5° Reparto; cercherò, per questo, di percorrere con il massimo sforzo il solco tracciato dai miei predecessori, certo di essere sulla giusta via. La comunicazione e le relazioni esterne sono, senza dubbio, parte integrante e fondamentale della società moderna; ho potuto constatare negli ultimi anni quanto possano essere rilevanti tali attività, da prima a Washington, a livello internazionale, e successivamente allo Stato Maggiore Difesa, a livello interforze. Oggi abbiamo il dovere di saper comunicare e relazionarci con i nostri interlocutori e con la gente, la gente "comune," per evitare che una percezione sbagliata dovuta ad un errore di comunicazione possa ledere all'organizzazione.

Il 2020 sarà un anno ricco di eventi importanti per la Forza Armata: il Giubileo Lauretano, i cento anni del memorabile raid Roma-Tokyo che portò due equipaggi italiani, primi nella storia, a collegare l'Europa con la capitale nipponica e, non ultima, la 60a stagione acrobatica delle nostre "Frecce Tricolori". Per il Reparto che ho l'onore di comandare e, più in generale, per la Forza Armata rappresentano dei momenti importanti perché consentono di rafforzare e rinsaldare le tradizioni e la storia che sono parti fondamentali del nostro DNA. Quello che siamo oggi come Aeronautica Militare lo dobbiamo a quanto è stato capace di fare chi ci ha preceduto. Ricordare, a distanza di 100 anni, la straordinaria impresa degli aviatori italiani che nel 1920 a bordo di aeroplani, passatemi il termine, "rudimentali" riuscirono a collegare l'Occidente con l'Oriente più profondo testimonia come la passione e la dedizione siano essenziali per chi, come noi, ha scelto il cielo quale ambiente naturale in cui operare. Gli stessi valori che ormai da 60 anni "muovono" le "Frecce Tricolori" capaci, anno dopo anno, di rappresentare nel nostro Paese e nel Mondo l'eccellenza del Made in Italy. Ovviamente questi sono solo alcuni degli appuntamenti che ci vedranno impegnati quest'anno.

Come già detto, saranno 12 mesi intensi ma sono sicuro che li affronteremo con il giusto piglio riuscendo a conseguire, come sempre, ottimi risultati. Ne sono sicuro perché ho avuto modo di conoscere la "mia" squadra, un gruppo di uomini e donne preparato e attento alle dinamiche di un contesto mutevole e in continua evoluzione come quello della comunicazione. Anche se ho da poco iniziato questa esperienza in un settore per me nuovo sono certo che il 2020 ci riserverà tante soddisfazioni; avrete come sempre modo di accompagnarci lungo questo cammino attraverso le pagine della Rivista Aeronautica. Non mi rimane che augurarvi una Buona lettura.

Giovanni Francesco Adamo

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.