Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
DIFESA COLLETTIVA

Lo scorso 13 novembre Milano è stata, per un giorno, al centro del comparto Difesa italiano. Nell'ambito della manifestazione "Sicurezza 2019" si è tenuto, infatti, l'evento "Difesa Collettiva: il comparto Difesa e Sicurezza oggi in Italia". L'iniziativa si inserisce all'interno di un percorso di diffusione della cultura della Difesa e della Sicurezza avviato con l'obiettivo di avvicinare la collettività alla conoscenza del mondo della Difesa, favorire quindi il coinvolgimento del cittadino nell'operato delle Istituzioni e, al tempo stesso, sottolineare l'importanza strategica degli assetti dello Stato che garantiscono la tutela delle istituzioni democratiche. Proprio in un'ottica multidisciplinare e interministeriale sono intervenuti i vertici delle Forze Armate, delle Agenzie e delle organizzazioni che contribuiscono con il loro operato a rafforzare il nostro Sistema Paese dal punto di vista della Difesa e Sicurezza.

Durante il saluto di benvenuto il Sottosegretario di Stato alla Difesa, On. Angelo Tofalo, ha voluto sottolineare come quello di Rho sia un appuntamento importante perché «favorisce la crescita della cultura della Difesa e della Sicurezza nazionale». Una conoscenza condivisa che è fondamentale perché «contribuisce a cementare i tre cerchi che compongono la struttura della sicurezza, ovvero il cittadino, le aziende e le istituzioni». Una crescita in termini di consapevolezza che potrebbe portare alla creazione di partnership e sinergie di cui beneficerebbe l'intero settore. Innanzitutto bisogna sottolineare come i concetti di Difesa e Sicurezza si siano profondamente evoluti negli ultimi anni. Accanto all'aspetto più "classico" legato alla sovranità dei propri confini e alla difesa dei propri interessi, anche al di fuori del territorio nazionale, si è affermata la necessità della difesa cyber, ovvero di quel mondo parallelo che ormai si è completamente fuso con quello reale. Una nuova realtà che, mai come in questi ultimi anni, richiede uno sforzo tecnologico importante per poter mantenere un adeguato livello capacitivo. «Le nuove tecnologie – ha dichiarato il Sottocapo di Stato Maggiore dell'Aeronautica, Gen. S.A. Luca Goretti, chiamato a rappresentare l'Arma Azzurra in questo evento – sono un problema che va preso in considerazione e al tempo stesso un vantaggio competitivo che va sfruttato.

© Riproduzione riservata

Leggi l'articolo completo sulla Rivista Aeronautica n° 5 del 2019

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.