Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Il Futuro Nelle Nostre Mani

«Rifletti spesso con quale rapidità passino e si dileguino cose, fatti ed esseri viventi. L'esistenza è come un fiume che scorre ininterrottamente, le sue attività subiscono continue trasformazioni, le sue cause migliaia di modificazioni, talché nulla di stabile c'è in essa, nemmeno ciò che ti sta presso. Pensa all'abisso infinito del passato e del futuro, in cui ogni cosa svanisce. Non è da sciocchi, allora, insuperbirsi, affannarsi, lagnarsi, come se ciò che ci affligge dovesse durare in eterno?»

Marco Aurelio, "Pensieri: Sull'instabilità di tutte le cose e sul continuo cambiamento"

Quello che era vero al tempo dell'Antica Roma di Marco Aurelio è oggi ancora più vero. Viviamo e operiamo in un mondo caratterizzato da cambiamenti persistenti e repentini in tutti gli ambiti della società. Quel fiume che prima scorreva lentamente e ininterrottamente è ora una rapida che, in modo turbolento, ci spinge verso scenari sempre più complessi, instabili e difficili da prevedere. 

È in questi mutevoli scenari che quotidianamente i leader dell'Aeronautica Militare prendono decisioni che guidano le diverse realtà organizzative della Forza Armata verso obiettivi specifici, gestendone risorse e processi. Ognuno di questi professionisti in uniforme azzurra, indipendentemente dal livello gerarchico in cui opera, contribuisce al raggiungimento degli obiettivi strategici dell'intera organizzazione. 

Che si tratti di sviluppare nuove politiche per l'impiego dello strumento aerospaziale o di portare a termine una "semplice" missione di Difesa Aerea, poco importa, il successo della Forza Armata si misura con il progresso a fronte degli obiettivi di ogni sua singola articolazione. Sono le risorse umane e la qualità della leadership deputate a gestirle che costituiscono la garanzia più sicura del successo di qualsiasi iniziativa. L'Incontro Comandanti, tenutosi a Roma il 24 e 25 ottobre scorso, è frutto di questa consapevolezza e della volontà del nostro Capo di Stato Maggiore di porre solide fondamenta per la realizzazione di una "intelligenza collettiva" ispirata da una "leadership trasformazionale" in grado di progettare una Aeronautica 4.0 a prova di Futuro. 

Nel corso dell'evento, molto si è detto in merito alle risorse umane, elemento fondamentale su cui investire per assicurare l'operatività della Forza Armata, riferendosi principalmente al personale impiegato presso i Comandi periferici che maggiormente necessita, attraverso una coerente azione di comando, di essere posto al centro di una costante opera di motivazione e condivisione degli obiettivi strategici della Forza Armata. 

In tal senso, l'Incontro Comandanti ha permesso a tutti di riflettere sulle necessità di porre in essere le opportune azioni per garantire che il personale, definito nel "Libro Bianco per la Sicurezza Internazionale e la Difesa" quale unica vera "risorsa strategica" del dicastero Difesa, venga posto al centro del nuovo modello organizzativo della Forza Armata e, pertanto, pienamente coinvolto nel processo di "trasformazione persistente" che caratterizzerà l'Aeronautica del futuro. In tale ottica, nel concetto di leadership promosso dall'Aeronautica Militare nell'ambito dell'evento, i leader non sono modelli ai quali conformarsi in maniera dogmatica, ma motivatori, ispiratori e facilitatori di pensiero critico. Con questo cambio di paradigma, la Forza Armata intende ampliare il concetto di leadership, enfatizzando il rapporto tra leader e follower.

di Francesco Presicce


Leggi l'articolo completo sulla Rivista Aeronautica n° 5 del 2017

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.