Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Singa-Power 2016

​Come titolo di questo reportage riprendiamo uno degli slogan che hanno caratterizzato l'edizione 2016 del Singapore Air Show, che si è svolto dal 16 al 21 febbraio scorso tra le firme dei contratti negli chalet aziendali e la dimostrazione di forza della componente militare.


Non c'è che dire, il Singapore Air Show si colloca tra i Saloni del settore aerospaziale più interessanti e vivaci nell'ampio panorama internazionale. A confermarlo, oltre naturalmente ai numeri, peraltro ancora in crescita rispetto all'edizione precedente, cosa assolutamente non facile e scontata, molteplici fattori, tutti orientati verso una incondizionata fiducia nel futuro del mercato del sud-est asiatico, ritenuto uno dei motori della crescita mondiale nello specifico settore. Da un po' di tempo a questa parte, complice soprattutto la crisi economica che ha fatto dimenticare le commesse faraoniche a cui eravamo abituati e che, in un certo senso, ha "alterato" le dinamiche dei Saloni aerospaziali, quando parliamo di numeri i nostri lettori sanno bene che la tendenza è quella di tenere fuori il giro d'affari complessivo. Piuttosto facciamo riferimento a quei dati che meglio inquadrano la "dimensione" della fiera, soprattutto in termini di partecipazione e d'interesse. Ebbene, al Changi Exhibition Centre di Singapore, sede dell'Air Show, quest'anno sono state presenti ben 274 delegazioni provenienti da 76 Paesi con oltre mille aziende di settore tra le più importanti a livello globale. Sebbene non siano stati raggiunti i 32 miliardi di dollari della passata edizione, è aumentato comunque il numero complessivo dei contratti stipulati, ben 50 contro i 44 del 2014, e poco importa se per la maggior parte di essi, per comprensibili strategie commerciali, non sia stato rivelato il valore. A gettare qualche piccola ombra sul Salone, comunque, ci hanno pensato gli analisti del settore, i quali ritengono che stia per concludersi il ciclo di espansione dell'industria aeronautica e che a breve si possa determinare un leggero calo.


servizio speciale di Antonio Calabrese e Serafino Durante

Leggi l'articolo completo sulla Rivista Aeronautica n° 1 del 2016

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.