Accademia Aeronautica

Fondata il 5 novembre 1923 poco dopo la costituzione dell’Aeronautica Militare come Forza Armata autonoma, l’Accademia Aeronautica è un Istituto militare di formazione a carattere universitario, con il compito di reclutare e formare i giovani che aspirano a diventare Ufficiali in servizio permanente dell’Arma Aeronautica normale, nel ruolo Naviganti (piloti) e nel ruolo delle Armi, del Corpo del Genio Aeronautico, del Corpo Commissariato Aeronautico e del Corpo Sanitario.

Sempre l’Accademia, inoltre, ha il compito di assicurare lo svolgimento dei corsi prevolo per gli Allievi Ufficiali piloti di complemento, nonché per Ufficiali di altre Forze e Corpi Armati dello Stato.

L’ammissione ai corsi dell’Accademia è subordinata al superamento di un concorso al quale possono partecipare tutti i cittadini italiani che abbiano un’età compresa tra i 17 e i 22 anni e siano in possesso di un diploma di scuola media superiore valido per l’iscrizione all’università. La selezione, che avviene nel periodo compreso tra febbraio e settembre, prevede, in sequenza, una prova di preselezione, una visita medica generale, una prova scritta di lingua italiana e, al superamento di quest’ultima, un periodo di tirocinio presso l’Accademia. Tale “periodo di osservazione comportamentale”, come viene definito, si conclude con un esame orale di matematica, inglese e informatica; il candidato può sostenere anche una prova facoltativa di un’altra lingua straniera. Il mancato superamento di una sola delle prove è motivo di esclusione dal concorso.