14° Stormo

14° Stormo 

Sede

Pratica di Mare (RM).

 

Storia

Il 15 Gennaio 1927, il 14° Stormo misto viene costituito sull'aeroporto di Ferrara dal 27° Gruppo Bombardieri Notturni (su Ca.2 e Ca.73) e dal 44° Gruppo Bombardieri Diurno (su BR, BR.1 e, dal maggio 1929, BR.2 ), sotto il comando del Cap. Pil. Filippo Aliquo Mazzei (Gennaio - Aprile 1927). Mentre il 27° Gruppo viene ceduto all'8° Stormo, si costituisce il 45°, su BR.2. Dal 31 dicembre 1935 al 1° ottobre 1936 il 14° Stormo opera in Africa Orientale con il 44° Gruppo ed i neo acquisiti 4° e 49° Gruppo, i velivoli impiegati sono i Ca.101 e i Ca.133. Al termine di questo ciclo operativo il reparto viene sciolto; in Italia però, dal 1° settembre 1935, opera il 14° Stormo bis (44° e 56° Gruppo bis) che agli inizi del 1936, sull'aeroporto di Gorizia, torna alla denominazione originaria. Dal novembre 1936 il 14° Stormo è in Africa Settentrionale dove, con i velivoli Savoia Marchetti S.81 e quindi con i Savoia Marchetti S.79, opera attivamente durante il secondo conflitto mondiale. Per le gravi perdite di uomini e velivoli subite, il 14° Stormo è sciolto il 15 gennaio 1942. Il 1° giugno 1976, sull'aeroporto di Pratica di Mare (Roma), il 14° Stormo, intitolato alla memoria del Ten. Pil. Sergio Sartoff, caduto valorosamente in Africa Settentrionale e Medaglia d'Oro al Valor Militare, viene ricostituito, con l'8° Gruppo, erede delle tradizioni del Reparto Radiomisure, ed il 71° Gruppo, ricostituito nel 1972. Nel marzo 1992, lo Stormo riceve il primo di quattro Boeing B-707 T/T (Tanker/Transport) grazie ai quali le capacita' di proiezione dell'Aeronautica Militare vengono profondamente cambiate. Con l'arrivo del B-707T/T lo Stormo prende parte alle maggiori operazioni internazionali in cui l'Aeronautica Militare è chiamata ad intervenire: Bosnia, Albania, Zaire, Somalia, Timor Est, Kosovo, Enduring Freedom e Isaf (Afghanistan), Antica Babilonia (Iraq). Dal 30 giugno 2000 il 71° Gruppo assorbe il personale ed i velivoli Piaggio P 166 DL3 aerofotogrammetrici del 303° Gruppo Autonomo, trasferitosi da Guidonia a Pratica di Mare nel 1999, aggiungendo un nuovo compito alla missione del Reparto. Fa inoltre parte del Reparto il Centro Addestramento Equipaggi, che addestra gli equipaggi dello Stormo su tutti i velivoli effettuando la 1^ e la 2^ fase; stabilisce inoltre gli standard operativi e propone variazioni ai profili di addestramento. Con la recente acquisizione di un simulatore di missione per velivoli plurimotori il CAE ha assunto anche il compito di addestrare e standardizzare tutti gli equipaggi di velivoli plurimotori della F.A. Infine si cita il Gruppo Efficienza Aeromobili che, per la varietà dei velivoli in dotazione e la peculiarità degli allestimenti da sottoporre ad ispezione (soprattutto per la parte avionica), rappresenta una palestra di grande impegno per tutti i tecnici e gli specialisti che vi operano.

 

Missione

 Il 14° Stormo ha sede presso l’Aeroporto Militare di Pratica di Mare e dipende gerarchicamente dal Comando delle Forze di Supporto e Speciali di Roma, conduce missioni di supporto nel settore del rifornimento in volo, radiomisure e addestramento con i velivoli KC-767A e P.180 'Avanti', in piena aderenza alle pianificazioni e alle direttive ricevute dal Comando della Squadra Aerea, l’Alto Comando dell'Aeronautica Militare cui è deputato l’addestramento, l’approntamento e l’impiego degli assetti e del personale che opera presso i Reparti operativi su tutto il territorio nazionale.

Il 14° Stormo ha fornito il proprio contributo partecipando alle operazioni ‘Unified Protector’ in Libia, ISAF in Afhganistan, ‘Leonte’ in Libano e ‘Lorica’ a Cipro.

 

Dotazione

KC-767A, P.180.