Comando Logistico dell'A.M.

ENGLISH VERSION  

 

 

 

 

Il Comando Logistico dell'A.M. è stato costituito il 1° marzo 1999, ha sede a Palazzo Aeronautica, Roma, e nasce dalla soppressione dell’Ispettorato Logistico A.M. e dell’ITAV, l’Ispettorato delle Telecomunicazioni e Assistenza al Volo. La missione affidata a questo alto comando della Forza Armata, al cui vertice è posto un generale di Squadra Aerea che dipende direttamente dal Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, è di «garantire, compatibilmente con le risorse assegnate, il supporto tecnico logistico necessario a conseguire la massima operatività dell’Aeronautica Militare». Il Comando Logistico assicura quindi  l’efficienza e i supporti tecnici, logistici dei sistemi d’arma, degli apparati, degli equipaggiamenti, dei mezzi, delle infrastrutture in dotazione all’Aeronautica Militare  nonché l’assistenza sanitaria al personale dell’A.M. in collaborazione con gli altri organismi sia di Forza Armata sia interforze. Il Comandante Logistico dispone di Uffici di Staff e di uno Stato Maggiore articolato in Uffici e Sezioni competenti nei vari settori di attività.
Dal Comandante Logistico dipendono direttamente:

  • la 1ª Divisione, Centro Sperimentale di Volo (CSV);
  • la 2ª Divisione, Supporto Tecnico Operativo Aeromobili, Armamento e Avionica;
  • la 3ª Divisione, Supporto Tecnico Operativo Sistemi di Comando e Controllo, Comunicazioni e Telematica;
  • il Servizio dei Supporti A.M. (da cui dipendono il 3° Stormo di Villafranca ed il Distaccamento Aeroportuale di Brindisi);
  • il Servizio di Commissariato e Amministrazione A.M.;
  • il Servizio Sanitario A.M.;
  • il Servizio Infrastrutture A.M.;

Dal Vice Comandante Logistico dipendono:

  • il Servizio Intermedio Prevenzione e Protezione
  • l’Ufficio P.UMA.S.S.. 

Il Comandante Logistico ha il compito di:

  • sottoporre a sperimentazione e valutazione tecnico-operativa, certificazione ed omologazione i sistemi d’arma, i mezzi, i materiali e gli equipaggiamenti di prevista introduzione in Aeronautica Militare;
  • gestire, sulla base delle norme in vigore, le attività di acquisizione, ammodernamento, revisione, manutenzione, dismissione ed alienazione di sistemi d’arma, mezzi, materiali, equipaggiamenti, apparati ed infrastrutture utilizzati ed impiegati in Forza Armata;
  • rappresentare alla Stato Maggiore le esigenze di ammodernamento e potenziamento;
  • garantire il supporto tecnico, operativo e logistico dei sistemi d’arma, mezzi, materiali e degli  equipaggiamenti impiegati;
  • regolamentare, coordinare e supervisionare, in base alle disposizioni vigenti, tutte le attività di carattere logistico necessarie per l’ottimale funzionamento degli enti e dei reparti dell’A.M.;
  • curare l’addestramento e la specializzazione del personale impiegato nell’ambito delle strutture logistiche, manutentive e di supporto tecnico presso gli enti e reparti dell’A.M.;
  • elaborare ed attuare, in armonia con la normativa vigente, le predisposizioni ed i piani nei settori della mobilitazione e del concorso per le pubbliche calamità;
  • proporre allo Stato Maggiore le esigenze di adeguamento dell’ordinamento e degli organici dei reparti ed unità dipendenti.

Oltre ai compiti specifici dell’area di competenza il Comando Logistico  concorre con gli altri organismi dell’organizzazione di vertice dell’A.M., allo studio e all’elaborazione di normative di Forza Armata finalizzate al miglioramento delle capacità operative delle forze aeree.

 

1ª DIVISIONE – CENTRO SPERIMENTALE VOLO 

La 1ª Divisione del Comando Logistico, costituita il 1° marzo 1999, si identifica con il Centro Sperimentale di Volo di Pratica di Mare (Roma) e raccoglie tutti gli enti deputati alla sperimentazione dell’Aeronautica Militare. E’ pertanto responsabile della sperimentazione e della valutazione di tutti gli aeromobili della Forza Armata e del materiale aeronautico oltre della definizione delle metodologie per il loro uso e manutenzione. Assicura inoltre il controllo della configurazione software degli aeromobili e collabora con altri centri di sperimentazione, nazionali ed internazionali. Dalla 1ª Divisione del Comando Logistico dipendono il Reparto Sperimentale di Volo,  il Reparto Armamento, il Reparto Chimico, il Reparto di Medicina Aeronautica e Spaziale e la R.A.MI. (Rappresentanza Aeronautica Militare) Scuola EPNER di Istres Codex (Francia).

 

Reparto Sperimentale di Volo 

E’ il Reparto incaricato della preparazione e dell’esecuzione di tutte le prove, a terra ed in volo, degli aeromobili e dei prototipi del materiale utilizzato nell’attività di volo. Svolge, inoltre, attività istruzionale finalizzata alla formazione di piloti collaudatori di produzione, che si esplica anche nei riguardi delle altre Forze Armate e Corpi Armati dello Stato. Il Reparto Sperimentale di Volo è articolato sul 311° Gruppo Volo, sul Gruppo Tecnico, sul Gruppo Gestione Software e sul Gruppo Ingegneria per l'Aero-Spazio. Ha in forza piloti e navigatori collaudatori sperimentatori, ingegneri, tecnici e meccanici sperimentatori la cui formazione avviene negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in Francia presso le uniche “test pilot school” riconosciute.

 

Reparto Armamento 

Il Reparto ha il compito di condurre prove e sperimentazioni su armi e materiali di armamento di interesse aeronautico e spaziale, inclusi i sistemi elettronici e i sistemi di gestione delle armi di bordo. Le aree di maggiore impegno riguardano i sistemi per l’autoprotezione dei velivoli, i manufatti contenenti sostanze esplosive, propellenti e pirotecniche in uso nell’A.M., il controllo periodico del munizionamento di bordo e di terra, le prove a fuoco e le misure balistiche.

Reparto Chimico 

Il Reparto svolge prove ed esperienze con metodologie chimico-fisico-tecnologiche, sui materiali strutturali e di consumo di interesse aeronautico. Dispone di modernissime apparecchiature per perizie metallografiche, frattografiche e microfrattografiche, gastomatografiche, di pirolisi, di spettrofotometria, microscopia FT-IR, termografiche e d’impedenza meccanica. Sviluppa anche metodologie per i controlli non distruttivi delle strutture aeronautiche e per l’analisi degli inconvenienti relativi ai materiali.

 

Reparto di Medicina Aeronautica e Spaziale 

Ha il compito di condurre prove e sperimentazioni sugli equipaggi fissi di volo ed è responsabile del loro addestramento aerofisiologico. Per questo il Reparto ha in dotazione modernissime apparecchiature, tra cui un disorientatore spaziale, una camera iperbarica e una ipobarica. In programma per il futuro c’è anche l’attivazione di una “centrifuga umana”.

 

2ª DIVISIONE - SUPPORTO TECNICO OPERATIVO AEROMOBILI ARMAMENTO AVIONICA 

La 2ª Divisione del Comando Logistico emana le normative tecniche relative all’impiego, alla manutenzione e al controllo di qualità dei sistemi di propria competenza, partecipando alle attività di studio, ammodernamento e potenziamento dei vari programmi e seguendo le attività nazionali e internazionali di studio e ricerca. La Divisione fornisce inoltre le direttive tecniche per lo svolgimento delle manutenzioni presso i centri di manutenzione e le sezioni tecniche dei reparti di volo, organizza e dirige l’attività degli enti dipendenti (reparti e gruppi manutenzione velivoli, elicotteri e missili), emana le procedure logistiche per la gestione dei materiali e verifica la rispondenza dei sistemi agli standard fissati. Per assolvere ai compiti assegnati, la Divisione si avvale, a livello di “staff”, di quattro uffici (Coordinamento tecnico-operativo, Contratti e amministrazione, Supporto logistico integrato, Gestione Risorse) e, in “line”, di due Reparti, il 1° Reparto Supporto Aeromobili e il 2° Reparto Supporto Sistemi Avionici e Armamento.

 

1° Reparto - Supporto Aeromobili 

Nell’ambito della 2ª Divisione questo Reparto assolve i compiti nel campo del supporto tecnico-operativo e logistico-operativo relativo ai velivoli e agli elicotteri delle varie linee, ai propulsori, agli impianti elettromeccanici ed elettroidraulici di bordo, all’AGE (Auxiliary Ground Equipment) e agli equipaggiamenti d’emergenza. A questo scopo il 1° Reparto Supporto Aeromobili si articola sugli uffici Velivoli da combattimento, Velivoli da trasporto, Trasporti speciali, Addestramento ed elicotteri, Sistemi propulsivi ed Equipaggiamento di bordo, AGE e infrastrutture, Equipaggiamenti e materiali di sopravvivenza.

 

2° Reparto - Supporto Sistemi Avionici e Armamento 

Il 2° Reparto assicura il supporto tecnico-operativo e logistico-operativo degli armamenti di bordo, dei sistemi elettronici d’armamento, degli armamenti terrestri, degli equipaggiamenti per la difesa NBC (Nucleare, Biologica e Chimica) e per l’attività EOD/EOR (Explosive Ordnance Disposal/Explosive Ordnance Reconnaissance), dell’AGE peculiare, dell’avionica di navigazione e comunicazione, dei radar di bordo, degli apparati di guerra elettronica e del software di bordo, dei simulatori e dei banchi di prova. Come il 1°, anche il 2° Reparto è articolato in diversi uffici, Sistemi superficie-aria, Armamento di bordo, Sistemi El. Ass., AGE peculiare, Armamento terrestre, NBC, EOR/EOD e Avionica.

 

Reparti, Gruppi Manutenzione e Depositi Centrali

Gli interventi di manutenzione di 1° e 2° livello sui velivoli e gli elicotteri sono responsabilità, rispettivamente, delle sezioni tecniche di gruppo e dei gruppi efficienza aeromobili dei reparti di volo. Come consueto, per gli interventi manutentivi di livello superiore, invece, gli aeromobili sono inviati presso i competenti RMV (Reparti Manutenzione Velivoli) e RME (Reparto Manutenzione Elicotteri) suddivisi per linea di volo, nonché all’unico RMM (Reparto Manutenzione Missili) ed al Centro Polifunzionale Velivoli Aerotattici, tutti dipendenti dalla 2ª Divisione del Comando Logistico. Dalla Divisione dipendono:

Dal 23 luglio 2012 dal Centro Polifunzionale Velivoli Aerotattici di Cameri dipendono il 1° RMV di Cameri (Responsabile della linea Tornado ed Eurofighter), il Comando Aeroporto di Cameri ed il Nucleo Iniziale di Formazione (NIF) JSF di Cameri. La manutenzione di 3° livello delle linee C-130, G.222, SF.260 e S.208M è svolta, invece, direttamente presso le ditte civili. All’efficienza linea concorre anche il 5° GMV di Capodichino che provvede alle ispezioni periodiche, alle revisioni, alle riparazioni di AGE e velivoli, di strumenti, accessori e installazioni di bordo nonché alla calibrazione delle stesse attrezzature di supporto. I Reparti e Gruppi manutenzione programmano anche lo scalamento nazionale delle lavorazioni periodiche sui velivoli, compresa l’introduzione di eventuali modifiche e curano le attività di rifornimento legate al livello di manutenzione di loro competenza. Operando su linee di volo asservite al SILI (Sistema Informativo Logistico Integrato) gli R/GMV/RME dispongono pertanto di depositi di sistema d’arma che, riguardo alle singole linee di volo, svolgono funzioni analoghe a quelle dei Depositi Centrali e dei Depositi di Armamento. In campo missilistico, l’ente responsabile della gestione e della manutenzione fino al 3° livello è il 2° Reparto Manutenzione Missili di Padova per quanto riguarda i sistemi Nike Hercules e SPADA e, fino al 2° livello, per i missili Aspide, AIM-7 Sparrow, AIM-9L Sidewinder e AGM-88 HARM. L’RMM provvede allo scalamento nazionale delle lavorazioni periodiche dei missili superficie-aria, aria-aria e aria-superficie di propria competenza. Sempre dalla Divisione Supporto Operativo Tecnico Aeromobili Armamento e Avionica dipendono alcune R.A.MI. quali la R.A.MI. programma C-130J di Dayton (USA), la R.A.MI. IEST (International Eurofighter Support Team) di Madrid, la R.A.MI. IWSSC di Halbergmoos (Germania) e la R.A.MI. IAFFT di Warton (Regno Unito).

 

3ª DIVISIONE - SUPPORTO TECNICO-OPERATIVO SISTEMI COMANDO E CONTROLLO 

La 3ª Divisione assicura i servizi di supporto operativo, tecnico e logistico nei settori di esercizio e di manutenzione dei sistemi della Difesa Aerea, dell’assistenza al volo, delle telecomunicazioni e della meteorologia. Sovraintende alle attività di esercizio e di manutenzione dei sistemi automatizzati, curando l’addestramento del personale tecnico al fine di mantenere costantemente elevata l’operatività della Forza Armata. Concorre poi a definire la politica manutentiva dell’Aeronautica Militare nel settore di competenza, ed emana le normative tecnico-operative relative all’impiego e alla manutenzione dei sistemi di cui detiene la supervisione. Sempre la 3ª Divisione definisce, inoltre, gli obiettivi per i reparti dipendenti ed emana le normative tecniche per l’esecuzione degli interventi manutentivi e di revisione, da effettuarsi sui singoli sistemi e apparati in uso in Forza Armata, nonché quelle per l’immagazzinamento, la conservazione, la distribuzione, la dismissione e l’alienazione di tutti i materiali di competenza. Promuove l’attività di studio, di sviluppo e sperimentazione dei programmi sia a livello nazionale sia internazionale. Attualmente la 3ª Divisione è articolata sul 1° Reparto Sistemi Difesa Aerea, Assistenza al Volo, Telecomunicazioni e sul 2° Reparto Sistemi Automatizzati.

 

1° Reparto - Sistemi Difesa Aerea, Assistenza al Volo, Telecomunicazioni 

Il 1° Reparto assolve i compiti della 3ª Divisione nel campo del supporto tecnico-operativo e logistico-operativo ai sistemi della Difesa Aerea, dell’assistenza al volo e delle telecomunicazioni infrastrutturali, radio e satellitari.

 

2° Reparto Sistemi Automatizzati 

Nell’ambito della 3ª Divisione questo Reparto provvede al supporto tecnico-operativo e logistico-operativo dei sistemi hardware, al software di base ed al software applicativo impiegati in Forza Armata. Alla 3ª Divisione fanno capo inoltre il 4° RTM (Reparto Tecnico Manutentivo) DA/AV/TLC di Borgo Piave (Latina), il Reparto Gestione ed Innovazione Sistemi Comando e Controllo (ReGISCC) di Pratica di Mare ed il Reparto Sistemi Informativi Automatizzati (Re.S.I.A.) di Acquasanta (Roma). Dal 4° RTM dipendono il 1° e 2° RTC (Reparto Tecnico Comunicazioni), rispettivamente di Milano e Palese Macchie (Bari), ed il Centro Nazionale Supervisione Reti di Montecavo (Roma). Attività di grande respiro e responsabilità è stata la partecipazione alle operazioni fuori area, nelle quali la 3ª Divisione del Comando Logistico è intervenuta approntando le attrezzature necessarie per coprire e organizzare l’ampio e fondamentale settore delle telecomunicazioni e dell’assistenza al volo. In tale opera, oltre alla competenza del personale della Divisione, è emersa, soprattutto, la grande professionalità dei tecnici degli enti dipendenti, spesso costretti a lavorare in condizioni logistiche e ambientali difficili.

 

Servizio dei Supporti 

E’ l’articolazione del Comando Logistico che assicura l’efficienza tecnica ed il supporto logistico nei settori trasporti, dogane, motorizzazione, carbolubrificanti avio/auto, ossigeno avio, antincendio, chimico-biologico-radiologico-nucleare, cinefototipografico, controlli chimico-fisici e ambientali degli Enti e Reparti della Forza Armata attraverso l’opera degli Enti dipendenti ed in sinergia con le strutture tecniche degli altri Alti Comandi. Dal Servizio dei Supporti dipendono le RAMI PA200 - EF2000 di Bicester (Regno Unito), MRCA - EF2000 di Erding (Germania) e EF2000 Torrejon de Ardoz di Madrid (Spagna), nonché il 1°, il 2°, il 3°, il 4°, il 5° e il 6° Laboratorio Tecnico A.M. di Controllo di Padova, Fiumicino, Mungivacca, Parma, Decimomannu e Trapani ed infine, il Centro Tecnico Rifornimenti di Fiumicino da cui dipendono: il 1° Gruppo Ricezione e Smistamento (GRS) di  Novara, il 2° e il 3° Gruppo Manutenzione Autoveicoli di Forlì e Mungivacca (Bari), il Comando Rete POL (Petroil Oil Lubrificant) di Parma, il 64° e il 65° Deposito Territoriale A.M. di Porto Santo Stefano (Grosseto) e Taranto.

 

1° Reparto – Supporto Operativo

Il Reparto sovrintende alle attività relative ai servizi ed ai materiali nei settori dei trasporti e dogane, motorizzazione, carbolubrificanti avio/auto e ossigeno avio, antincendio, cinefotografico e chimico-biologico-radiologico-nucleare per il raggiungimento degli obiettivi della Forza Armata.

 

2° Reparto – Servizio Chimico-Fisico

Il Reparto sovrintende alle attività relative al servizio ed ai materiali nei settori chimico-fisici e chimico-tecnologici sui materiali di consumo avio e protezione ambientale  per il raggiungimento degli obiettivi della Forza Armata.

 

Servizio Commissariato e Amministrazione 

Il compito assegnato al Servizio di Commissariato e Amministrazione è di garantire il supporto logistico necessario all’efficienza degli equipaggiamenti, dei materiali, dei beni e servizi, e della gestione amministrativo-contabile presso ogni Ente della F.A. in territorio nazionale ed internazionale. Svolge attività di studio, ricerca sviluppo tecnico nei settori di specifico interesse ed assolve funzioni direttive, ispettive, logistiche, tecniche ed amministrative,in materia giuridica economica e finanziaria, avvalendosi di due Reparti ed un Ufficio Gestione Risorse e Coordinamento. Il Reparto di Commissariato, si occupa della gestione completa del ciclo logistico dei materiali di casermaggio e vestiario impiegati nella Forza Armata, ed ha la competenza di emanare disposizioni di dettaglio per la corretta gestione dei materiali presso gli Enti di Forza Armata. Il Reparto di Amministrazione, ha il compito di garantire la gestione completa dell'attività amministrativa degli Enti della Forza Armata, emanando direttive e circolari e linee guida per una corretta e puntuale applicazione delle normative in vigore. Il quotidiano impegno che la Forza Armata è chiamata a svolgere, la costante evoluzione delle normative, i progressi tecnici fanno si che il Servizio di Commissariato ed Amministrazione provveda a mantenere sempre aggiornate, in ogni settore assegnato, le proprie competenze e conoscenze migliorando così l’efficienza delle dotazioni e la standardizzazione delle procedure necessarie alla loro gestione.

 

Servizio Infrastrutture 

E’ il Servizio responsabile nel campo del supporto tecnico-operativo e logistico-operativo, per quanto riguarda i settori delle infrastrutture e delle relative attrezzature. Tratta inoltre i piani regolatori dei comprensori immobiliari A.M. e tutte le materie relative alle servitù militari aeronautiche. Dal Reparto dipendono tre RGAM (Reparti Genio A.M.) che, attraverso i Servizo Tecnico Distaccato Infrastrutture (STDI) svolgono le attività di competenza su tutto il territorio nazionale e per eventuali esigenze all’estero. In particolare al 1° RGAM di Villafranca (VR) fanno capo i STDI di Ghedi, Parma, Istrana e Poggio Renatico. Dal 2° RGAM di Ciampino dipendono i STDI di Pisa, Decimomannu, Pratica di Mare e Grosseto. Dipendono dal 3° RGAM di Palese Macchie (Bari), infine, i STDI di Amendola, Gioia del Colle, Sigonella, Trapani Birgi e Pozzuoli (Napoli). Per effetto della ristrutturazione dell’Aeronautica Militare, dal 1° marzo 1999 i Reparti Genio A.M. hanno assorbito, oltre che tutte le competenze dei Reparti Genio Campale, anche parte delle funzioni in precedenza espletate dalle Direzioni Territoriali del Demanio della 1^, 2^ e 3^ Regione Aerea.

 

Servizio Sanitario A.M. 

Il Servizio Sanitario A.M. del Comando Logistico è responsabile degli studi e dei programmi nel settore sanitario, dell’approvvigionamento di materiali sanitari, della medicina legale A.M., della medicina del lavoro, della sicurezza aeromedica, dell’igiene, dell’assistenza e della riabilitazione. Dal capo del Servizio Sanitario A.M. dipendono la Commissione Sanitaria di Appello, la Commissione Medica di 2ª Istanza, l'Istituto Perfezionamento Addestramento Medicina Aeronautica e Spaziale di Roma, l’Infermeria Principale Villafranca, l’Infermeria Principale di Pratica di Mare e gli Istituti di Medicina Aerospaziale dell'A.M. di Milano e Roma.

 

Poligono Sperimentale e di Addestramento Interforze di Salto di Quirra 

Il Poligono Sperimentale e di Addestramento Interforze di Salto di Quirra (PISQ), costituito nel 1956, comprende la base e il poligono “a terra” di Perdasdefogu (Nuoro) e il distaccamento A.M. di Capo S. Lorenzo con il dipendente poligono “a mare”. Opera con personale proveniente per il 50% dall’A.M., il 35% dall’Esercito Italiano e il 15% dalla Marina Militare, e assicura l’esecuzione di prove sperimentali di missili e bersagli, prove di qualifica per nuovi sistemi d’arma, il collaudo e la verifica della qualità di produzione di serie degli armamenti, svolge inoltre attività addestrative di unità nazionali ed estere e collabora con enti scientifici non solo italiani. Il Poligono dispone di una sofisticata rete di rilevamento dati, costituita da una catena di inseguimento radar e da sistemi di rilevamento ottici e telemetrici, ed è l’unica struttura del genere in Italia. Dal PISQ dipende il Reparto Sperimentale e di Standardizzazione al Tiro Aereo (RSSTA) di Decimomannu (Cagliari).   

 

Visita il sito dell'EDMS - Sistema Informativo per il monitoraggio ambientale del PISQ.