P.180

 
 
Il 14° Stormo di Pratica di Mare (Roma), ma anche le Squadriglie Collegamenti di Milano Linate e Gioia del Colle (Bari) utilizzano per compiti di trasporto leggero e collegamento il biturbina P.180 del quale l’Aeronautica Militare è peraltro il principale utilizzatore “istituzionale”, con una flotta di quindici macchine. L'inizio della ricerca per il progetto del "Piaggio P.180" è cominciata nel 1979 e dopo dieci anni di studi, nel 1990, è stato finalmente presentato lo straordinario "Piaggio P.180", un aereo senza precedenti costruito con le tecnologie più avanzate. Orientato verso il mercato executive il "Piaggio P.180" è estremamente ben progettato in quanto offre le prestazioni di un aereo turbofan della stessa categoria ma con l'economia dei motori a turboelica. Il Piaggio P.180 Avanti rappresenta la migliore combinazione fra tecnologia e comfort. Può essere configurato per il trasporto di nove passeggeri con uno o due piloti oppure allestito per 5 VIP. Il concetto ispiratore del progetto è stato la ricerca della massima efficienza evidenziata soprattutto dalla particolare linea del muso di forma continua e con le superfici vetrate di ampie dimensioni. La configurazione propulsiva con le eliche spingenti garantisce al velivolo dei bassi livelli di rumorosità in cabina.
 
Caratteristiche tecniche:
 

Apertura alare 14,03 m - lunghezza 14,41 m - altezza 3,97 m - peso massimo al decollo 5.239 kg - impianto propulsivo due turboelica Pratt & Whitney of Canada PT6A-66 da 850 HP - velocità massima 732 km/h - tangenza 12.500 m - autonomia 2.592 km - equipaggio 2 piloti, 1 specialista, 5/8 passeggeri. 

 

p.180.jpg

p.180 2.jpg

 

 p.180 3.jpg